side-area-logo

Mercato editoriale: dove stiamo andando

Analisi del panorama editoriale tra il 2015 e il 2016.

Nelle scorse settimane vi ho parlato del business plan.

Per redarre un business plan che sia efficiente e davvero funzionale, dovrete effettuare analisi specifiche sui trend del mercato in cui operate. Che senso ha, vendere kiwii bianchi se il vostro target vuole solo kiwii classici?

Ho così pensato di raccogliere le analisi del mercato editoriale – sia indipendente che tradizionale – per mostrarvi dove stanno andando i trend letterari e come potrete indirizzare il vostro business di autori nei prossimi due anni.

Analisi di mercato: le strategie (vincenti) secondo Smashwords

Un articolo pubblicato su Smashwords alcuni mesi fa riportava diverse interessanti strategie sulla base di dati raccolti nel periodo da aprile 2014 a maggio 2015, su un campione statistico di 25 milioni di ebooks. Secondo un’analisi della piattaforma, si è potuto definire in modo concreto come si muovono gli utenti/lettori durante l’acquisto degli ebook. Ecco quali strategia di marketing che funzionano sono emerse.

Strategie editoriali vincenti per autori

  1. I preorder portano una vendita più alta di 3 volte e mezzo rispetto a un’uscita immediata (senza campagna di lancio, aggiungo io). Il 90% degli autori non utilizza il preoder.
  2. Le serie di cui il primo volume viene messo a disposizione gratuitamente, vendono di più. Il primo volume di una serie (free) vende il 66% in più rispetto alla media. E, guadate un po’: il secondo titolo (a pagamento) viene venduto 66% di volte in più rispetto alla media.
  3. Pubblicare titoli gratuiti per raggiungere nuovi lettori.
  4. I libri lunghi vendono più dei libri brevi. Se ne avete la possibilità, create box con i vostri colleghi autori (partite da un punto in comune, come il genere o l’argomento trattato) in modo da ampliare il vostro bacino di lettori.
  5. $3.99 resta il prezzo ideale per i romanzi lunghi.
  6. .99$ resta il prezzo migliore per i romanzi brevi. La media di vendita è comunque insoddisfacente: -65% rispetto agli altri prezzi.
  7. Evitare la vendita a$1.99: è un buco nero in termini di guadagni. Se vendete un romanzo lungo, portatelo a $3.99, una novella breve a 0.99$ che, in questo caso, vi assicurano un raggiungimento del 65% dei lettori in più.
  8. Gli autori di bestseller in classifica utilizzano social networks e blog (proprio) per la promozione.
  9. Le 10 categorie di narrativa più vendite: 1. Romance. 2. Erotica. 3. YA and teen fiction. 4. Fantasy. 5. Mystery & detective. 6. Gay and lesbian fiction. 7. Science fiction. 8. Historical. 9. Thriller & suspense. 10. Adventure.
  10. le 10 categorie non fiction più vendute: 1. Biography. 2. Health, wellbeing and medicine. 3. Business & economics. 4. Self-improvement. 5. Religion & spirituality. 6. Relationships and family. 7. Sports and outdoor recreation. 8. Education and study guides. 9. New age. 10. Computers & Internet.

Se siete interessati, qui potete trovare l’articolo completo (in lingua inglese).

Analisi di mercato: WFF di Matera 2015

Anche durante gli incontri tra autori e addetti di settore a Matera, al Women’s Fiction Festival 2015 si è parlato di trend di mercato USA (indie e non)Ecco quali sono i principali.

  1. Il mercato americano è aperto alla traduzione di libri stranieri, a differenza di Francia e Germania.
  2. Negli USA il mercato indie bambini funziona solo per i cartacei. Vanno molto bene gli albi da colorare e i cartonati (piacciono anche a me!). Anche per gli adolescenti i libri di illustrazione vendono, ma solo se le illustrazioni sono di elevatissima qualità, come la Computer Graphic.
  3. Si seguono alcune trame di successo, come quello dei viaggi nel tempo.
  4. Lo Young Adult è stata una mossa commerciale per invogliare gli adolescenti alla lettura. Il filone nasce con Twilight, ma già da prima esistevano autori di questo stampo, anche se non si avvertiva l’esigenza di etichetterli. Ora lo Young Adult si è spostato verso contenuti più realistici.
  5. Va alla grande il sicklit. Gli autori scrivono grandi storie d’amore e di morte, che veicolano messaggi positivi di riscatto e di forza.
  6. In declino: fantasy, paranormal e zombieFunzionano: distopici e realistici.
  7. E in Italia, cosa cercano le Case Editrici? Narrativa commerciale di qualità: romance, chicklit, storico, erotico, YA/NA. Femminile. YA e NA. Thriller e noir. Narrativa d’intrattenimento commerciale per ragazzi di scuola media.

Ho scelto volutamente analisi di mercato americane in quanto più attendibili e su ampia scala (difficilmente si trovano analisi per il solo mercato italiano) e perché in Italia i trend arrivano come colpo di coda finale, per cui ritengo sia il momento adatto a fare le opportune valutazioni in sede di Pianificazione dei prodotti.

Da quest’analisi che ho riportato (grazie agli appunti che presi a suo tempo dalla cronaca in diretta di Babette Brown), emerge una verità indiscussa: occorre avere un proprio stile, una propria voce e un’identità molto forte. A discapito delle mode. In favore della propria arte.

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIN
Share
Tagged in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, scopri come fare nella cookie policy. Cliccando sul pulsante, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi