12 Giugno 2024

Programmare un periodo di pausa per il tuo business da freelance

Prenditi una vacanza, tempo per la vita. Non perderai il tuo business.

Uno dei temi più caldi che affronto con le mie clienti è quello delle pause dal lavoro. Siamo d’accordo sulla difficoltà di staccare davvero con la testa dal nostro business: un po’ perché è una parte di noi, un po’ perché le cose da fare sono sempre moltissime e dover rinunciare alla realizzazione di qualche idea ci sembra inammissibile.

Eppure ci sono momenti in cui prendere una pausa è necessario, sano e, semplicemente, giusto.

  • Se sei stanca e la creatività latita, è il momento di fermarti per recuperare le energie prima di scivolare nel burn out
  • Se sei in gravidanza, prenditi cura di te e della vita che cresce dentro di te
  • Se sei in maternità, la priorità sei tu
  • Se sei in viaggio, vivi l’esperienza sino all’ultimo secondo
  • Se sei ammalata, dedica tempo alla cura.

Tutte queste voci non sono tutelate dallo Stato come per un dipendente – non hai giorni di malattia o ferie retribuiti e la maternità è risicata – ma una buona programmazione ti aiuterà a gestire le pause che sceglierai di prenderti.

Il tuo ostacolo più grande, sei tu. Perché, ne sono sicura, mettere da parte il tuo business per un po’ di tempo ti crea senso di colpa, smarrimento, preoccupazione per il fatturato che non entrerà per un determinato periodo di tempo.

Come programmare una pausa

Non puoi prevedere l’arrivo dell’influenza stagionale, ma puoi di certo organizzare il tuo prossimo viaggio o una pausa mensile che ti aiuti a ricaricare le energie.

Ecco dunque cosa fare per programmare una pausa senza senso di colpa.

  • Organizza le pause durante la pianificazione di inizio anno se puoi. In questo modo avrai una pianificazione che metterà a dura prova anche l’imprevisto più subdolo (eccetto Mercurio retrogrado). In genere io prevedo le mie pause più lunghe – agosto e dicembre, i miei mesi di chiusura – e le mie settimane di batching, dove mi dedico alla creazione dei miei contenuti. Se ti stai chiedendo perché la creazione dei contenuti è inserita tra le pause, è perché in quella settimana mi dedico solo al mio business, come fossi in vacanza. E non rispondo nemmeno alle email.
  • Lavora sul tuo business plan e sposta il fatturato che hai previsto di acquisire nei momenti di pausa. Spalmalo sugli altri periodi dell’anno in modo da recuperarlo senza sforzo. Se per esempio per tutto il mese di agosto sarai a riposo e hai previsto di fatturare 2.000 euro, hai davanti a te due opzioni.
    • Se hai previsto il mese di riposo nel tuo business plan, dovresti già anche aver considerato di aver fatturato una parte del tuo obiettivo economico di agosto nei mesi precedenti. In sintesi, dovresti dividere i tuoi 2.000 euro su gli 11 mesi rimanenti, ipotizzando che non ci siano altri periodi di pausa, oppure il numero si riduce. Nel mio caso, dovrei fare il calcolo di ripartizione su almeno 10 mesi, perché i miei periodi di pausa stabili sono sempre agosto e dicembre. Questo significa che ogni mese, dovrei fatturare 200 euro in più rispetto all’obiettivo base di fatturato che mi ero data.
    • Se invece non l’hai previsto, puoi fare la stessa cosa ma ripartendo il fatturato di agosto sui mesi residui prima di arrivare a fine anno, seguendo lo stesso procedimento. E se quel fatturato non arriva? Puoi prevedere entrate extra derivanti da lanci nella seconda metà dell’anno oppure migliorare la tua pianificazione il prossimo anno.
  • Programma un rientro lento. Non partire a pieno ritmo ma prenditi qualche giorno di decompressione e metti in agenda attività piacevoli che ti facciano salire l’entusiasmo alle stelle. Io, nei primi giorni dopo il rientro, lavoro solo poche ore e mi dedico alla creazione dei contenuti – una delle mie attività preferite in assoluto –, alla programmazione degli appuntamenti e alla risposta delle email. Non metto in agenda le ore di consulenza, per esempio, perché so che ho bisogno di uno spazio di decompressione, silenzio e quiete quando rimetto piede in studio.
  • Informa con anticipo le tue clienti e rispetta i confini che hai stabilito. Prepara un messaggio automatico da inserire nelle tue caselle di posta in cui avverti le persone che ti scriveranno che sarai in vacanza e non risponderai alle email sino alla data stabilita. Nelle settimane precedenti alla tua pausa, puoi comunicarlo anche sui tuoi canali social, in modo che il tuo pubblico possa contattarti anticipatamente per poter lavorare con te.
  • Durante la tua pausa non guardare la casella di posta. Se la tentazione è forte, elimina l’app dallo smartphone!
  • Per quanto riguarda la tua comunicazione, hai due opzioni. Puoi programmare i tuoi contenuti oppure lasciare i tuoi canali social a riposo, proprio come te.

Gestire la comunicazione online durante le vacanze

Durante i periodi di vacanza abbiamo la tendenza a usare i social come spazi di intrattenimento, leggerezza, ispirazione. Se la tua è una pausa estiva o una pausa invernale, tieni in considerazione questo aspetto nella creazione dei tuoi contenuti.

Se invece la tua è una pausa di altro tipo o vuoi giocare d’anticipo rispetto al tuo rientro, ecco alcuni consigli per ottimizzare la creazione di contenuti durante i tuoi periodi di riposo e mantenere una relazione con il tuo pubblico.

  • Crea un mini corso gratuito a cui gli utenti potranno iscriversi in qualsiasi momento e che potranno seguire in autonomia. Puoi erogarlo via email per raggiungere anche gli utenti che, in vacanza, continuano a tenersi aggiornati.
  • Crea un ebook con i migliori post del tuo blog. Potrai tenere compagnia al tuo pubblico più fedele durante la tua assenza. Puoi regalare il tuo ebook alle iscritte alla tua newsletter.
  • Pubblica articoli in formato lista sul tuo blog che racchiudano i tuoi vecchi post raggruppati per argomento. Aggiungi approfondimenti esterni in modo da trasformare un semplice articolo in un piccolo ebook online.
  • Puoi preparare una serie di newsletter tematiche da recapitare alle tue lettrici più affezionate, che racchiudano i tuoi migliori contenuti sul tema su cui hai scelto di mettere l’attenzione.
  • Utilizza le campagne Adsense per veicolare traffico sul tuo sito e riduci la pubblicazione dei contenuti sui social, specie se non puoi rispondere ai commenti.
  • Alleggerisci il tono delle conversazioni e dei contenuti, sii pratica e poco teorica, offri consigli utili e leggeri anche per chi è in vacanza, crea lo fi content (contenuti personali e autentici, privi di filtri e di un’estetica troppo curata) e lavora soprattutto in un’ottica di personal branding.
  • Ricicla vecchi articoli del blog  e trasformarli in contenuti adatti ai tuoi canali social. Puoi creare meme, pin e infografiche, caroselli, reel.
  • Recupera vecchie newsletter, podcast e webinar e trasformali in nuovi articoli per il blog.

L’hai capito, vero? Per il periodo di pausa ciò che può aiutarti è il repurposing strategico dei tuoi contenuti. E puoi fare la stessa cosa dopo il rientro.

Gestire la comunicazione online dopo una pausa

Dopo una pausa, è tempo di tornare a raccontare chi sei.

Finita la pausa è tempo di ripartire con la tua comunicazione. In questo periodo forse hai lasciato che il tuo calendario editoriale vivesse un momento sospeso, con contenuti più leggeri e personali che hanno raccontato qualcosa in più di te, rafforzando il tuo personal branding, lasciando da parte i contenuti legati alla tua attività, quelli che fanno capire al tuo pubblico che puoi essere la persona giusta per risolvere quel problema che lo tormenta

Forse, invece, hai scelto una un'assenza volontaria dai social media.

Qualsiasi sia il motivo legittimo che ti ha allontanata dai tuoi canali, è il momento di riprenderti l'attenzione del tuo pubblico.

Cosa fare quindi, se sei sparita dai tuoi canali di comunicazione per un po' di tempo e devi riprendere in mano la relazione con il tuo pubblico?

  • Per prima cosa, non scusarti: non hai alcun motivo per farlo.
  • Invia una newsletter raccontando cos'hai fatto, dove sei stata e i tuoi progetti futuri. Invita le iscritte alla tua lista a seguirti sui tuoi canali social e a non perdersi quello che hai da raccontare nei prossimi mesi. E, perché no, di invitare le proprie amiche a seguirti e a iscriversi alla tua newsletter se i tuoi contenuti possono aiutarle.
  • Ritorna a pubblicare a cadenza regolare sul tuo blog, rafforzando la tua autorevolezza con contenuti legati al tuo core business, restando concentrata su come puoi essere d’aiuto al tuo pubblico. Hai un podcast o un canale YouTube? Riprendi le pubblicazioni con regolarità.
  • Se la copertura sui tuoi account social è bassa, puoi valutare di attivare delle campagne di advertising per raggiungere di nuovo il tuo pubblico.
  • Interagisci. Scegli di dedicare tempo di qualità all’interazione con i tuoi follower. Nutri la relazione con chi già ti conosce, non spostare il focus sull’espansione. In questo momento è importante per te riuscire a riavvicinarti al tuo pubblico.

Se vuoi organizzare le tue pause al meglio senza il timore di dover riprendere una comunicazione che langue, posso affiancarti con Logos Nauta. Staremo insieme un intero pomeriggio e daremo vita alla tua strategia di content marketing dei prossimi mesi per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Io ci metto le idee e la creatività: tu, dovrai solo creare i contenuti!

Il mio regalo per te, è invece Rubedo, il mio workbook dedicato alla creazione di contenuti ricchi di ispirazione e personalità.

Ti senti bloccata nella creazione dei tuoi contenuti?

Rubedo è il workbook in cui ho raccolto suggestioni e consigli per creare contenuti ricchi di personalità e ridare vita alla tua content strategy, con un pizzico di creatività e magia. Per arrivare al cuore del tuo pubblico.

    Iscrivendoti ad Atanor riceverai l'accesso ad Atanor Lab, la mia membership gratuita dove ogni mese troverai nuovi contenuti ad attenderti. Leggi l'informativa completa sul trattamento dei dati personali qui. Potrai disiscriverti quando lo vorrai.

    Mi prenderò cura dei tuoi dati e non li condividerò con nessuno, e ricorda: puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento ♥

    Autore

    Alessia Savi

    Ciao, sono Alessia. Creo strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Strategie piene di ispirazione e anima, perché al centro ci sei sempre tu, con la tua energia e personalità. Nel rispetto di te. Nel mio lavoro ascolto, faccio domande, scrivo storie digitali. E non solo. Il mio mantra è #essercimeglio. Quando non mi occupo di marketing scrivo romanzi, conduco laboratori di libroterapia, mi lascio travolgere dalla bellezza in qualche museo, corro tra i prati in compagnia di Argo. Ogni storia è basata su una Verità: la nostra verità. Le parole risuonano: facci caso.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Cerca nel blog

    Post Correlati

    03
    Luglio
    2024
    29
    Maggio
    2024
    Perché il business non funziona come vorresti

    Affrontare le difficoltà nella vita da freelance e solopreneur per avere il business – e la vita – dei tuoi sogni.

    leggi Post
    22
    Maggio
    2024

    Qual è il tuo elisir segreto?

    Scopri i punti di forza del tuo stile di marketing, diventa riconoscibile per essere indimenticabile. Rispondi al quiz gratuito e riceverai un piano d’azione per creare con gioia e passione un business fiorente.

    Fai il quiz

    Sono Alessia, digital strategist e facilitatrice in libroterapia umanistica. Mi occupo di strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Dove al centro, ci sei tu.

    © 2015-2024 Alessia Savi ▲ Alchimia della Parola, Digital Strategist a Parma e online - Strategie di Comunicazione e Web Marketing per donne freelance | P.IVA 02840860346 | Privacy Policy & Cookie Policy | Dream Team ♥ Web Design Miel Café Design | Foto Giui Russo | Brand Identity & Illustration Officine Oniriche | SEO La Scribacchina | Consulenza legale Veronica Scaletta | Testi – Me medesima
    bubblemagnifiercrossmenuchevron-down