3 Aprile 2024

Il repurposing per una comunicazione sostenibile

Risparmia tempo con il repurposing dei contenuti

Riutilizzare i contenuti per una strategia focalizzata e leggera.

Fare repurposing è un’arte che ogni freelance dovrebbe imparare.

Creare contenuti è un lavoraccio, e andare a caccia di nuove idee ogni giorno drena energie preziose che preferiresti investire in modo diverso.

Hai mai pensato di riutilizzare i contenuti che hai già creato?

Questa tecnica può sostenerti nei momenti di difficoltà, quando i picchi di lavoro richiedono tutta la tua attenzione e tu non riesci a curare il tuo marketing come vorresti. Ti aiuta anche quando non hai idee, sei troppo stanca e l’unica cosa che riesci a fare è contare i giorni che ti separano dalle vacanze.

Ripassiamo le basi del repurposing, ti va? Così fare marketing e comunicazione con continuità diventa più sostenibile.

Che cos’è il repurposing dei contenuti

Fare content repurposing significa, in parole semplici, riciclare e riutilizzare i contenuti già creati in precedenza. So cosa stai pensando: “ma come, riciclare? Già mi sembra di essere noiosa e banale così…”

Il repurposing non ti rende banale, anzi. È un modo intelligente di rafforzare il tuo messaggio e l’autorevolezza di brand, condividendo con le clienti ideali il tuo sguardo sulla tua materia e il tuo approccio unico.

Pensa a tutti i contenuti che crei per i social. In organico, vengono visti solo dal 10% circa del tuo pubblico. Questo si traduce nel fatto che contenuti utili e rilevanti su cui hai investito un sacco di energie hanno una vita brevissima. La maggior parte delle persone che ti seguono online non li vede neanche e dopo un po’ te ne dimentichi anche tu.

E se invece di rincorrere la prossima idea iniziassi a valorizzare di più ogni idea? Se quel carosello che hanno visto solo 48 persone su Instagram potesse aiutarti a raggiungere nuove clienti ideali che non hai ancora incontrato e sostenere la tua strategia di medio-lungo periodo?

6 ottimi motivi per fare repurposing

Ripetere il tuo messaggio online, in molti modi differenti, oggi è fondamentale. Il pubblico è sempre più distratto, la saturazione dei contenuti sui social sempre maggiore e per riuscire a emergere hai bisogno di costanza, ma anche di ripetere in quanti più modi possibili quello che hai da raccontare.

Il repurposing dei contenuti ti serve per:

  • Toccare quante più vite possibili con il tuo messaggio, facendoti conoscere dalle persone che vuoi davvero sostenere con il tuo lavoro.
  • Risparmiare tempo nella fase di creazione dei contenuti.
  • Dare valore a tutto il lavoro fatto sino a ora, che ti aiuta anche a superare la sindrome dell’impostore e la sensazione di “non avere qualcosa di interessante da dire”.
  • Rallentare nei periodi più intensi senza perdere il focus sulle attività promozionali o la relazione con la community.
  • Avvicinare un pubblico più ampio, pubblicando contenuti in formati diversi e su piattaforme differenti per dare a ogni cliente ideale ciò che le piace di più: audio, testo, video, grafiche.
  • Migliorare il posizionamento SEO perché continui a proporre contenuti che lavorano sulle medesime parole chiave.

Cosa devi sapere per riciclare (bene) i contenuti

Non tutti i contenuti sono adatti a essere riutilizzati.

Un carosello di presentazione per un webinar termina il suo ciclo di vita nel momento in cui accogli il tuo pubblico nella tua stanza Zoom. E alcuni contenuti stagionali possono essere riproposti in momenti diversi dell’anno ma solo con un grande lavoro di aggiornamento.

Quando progetti i tuoi contenuti, lavora in ottica evergreen. I contenuti sempreverdi sono quelli che non passano mai di moda, sono utili al tuo pubblico anche dopo lungo tempo e non hanno bisogno di essere aggiornati prima di ridistribuirli o estrarne il succo per il repurposing.

Progettando i tuoi contenuti perché siano evergreen, avrai un ricco tesoro da condividere e da cui attingere per mantenere viva la tua content strategy anche quando ti senti poco ispirata per creare qualcosa da zero.

Un’altra cosa da ricordare per ripubblicare i contenuti in modo efficace è che tante clienti ideali ti seguono su più canali. Anche se la maggior parte di loro, come abbiamo visto, non riesce a intercettare i tuoi contenuti sui social in modo costante, di sicuro hai qualche fan che ogni giorno sbircia per vedere se hai condiviso qualcosa di nuovo.

Quando crei i tuoi calendari editoriali, pensa anche a loro e non pubblicare tutti i contenuti riproposti da una stessa fonte nel medesimo giorno. Alterna gli argomenti tra le piattaforme, per offrire varietà e spunti sempre interessanti anche alle fedelissime.

Il mio metodo per un repurposing ispirato

Il repurposing ti permette di avere calendari editoriali efficaci e sostenibili, che ti lasciano più spazio per creare contenuti di valore senza sentirti in apnea costante. Per far brillare le tue idee migliori e amplificarle nel tempo e negli spazi digitali.

Ecco i tre step per fare repurposing partendo dai contenuti portanti della tua strategia.

  1. Prepara il calendario editoriale dei tuoi contenuti pilastro: blog post, video, podcast o newsletter. Ricorda che ogni tipo di pillar ti permette di creare facilmente alcuni tipi di contenuti riproposti. Ad esempio, un video può diventare la fonte per clip, trailer e tracce audio. Un blog post invece è perfetto per disseminare contenuti testuali brevi oppure caroselli sui canali social.
  2. Crea i tuoi pillar content. Prima di creare un contenuto pilastro domandati: in che modo potrei riutilizzarlo? Se non sai rispondere a questa domanda, quel contenuto non è ben progettato. E, molto probabilmente, non è nemmeno evergreen.
  3. Via al repurposing, con creatività. Più materiale hai creato per il tuo pillar, più puoi attingere per il repurposing lasciando spazio all’ispirazione. Un blog post può diventare un tutorial video per imparare a fare qualcosa, un video parlante può trasformarsi in una serie di reel con illustrazioni grafiche, l’ultima newsletter può essere il nucleo di una mini-masterclass.

    Non darti limiti e usa la tecnica del mix and match per creare contenuti riproposti a partire da più fonti. Così i tuoi calendari editoriali saranno sempre traboccanti di valore, e tu di energia per interagire sui social o creare nuovi servizi meravigliosi per le clienti ideali.

Bonus: crea il tuo archivio

Le iscritte a Slow Marketing Society hanno potuto godere di un tour completo nel mio flusso di creazione contenuti. Per loro ho preparato un file dedicato al repurposing che ha rivoluzionato le prospettive, donando una visione strategica sui contenuti totalmente inaspettata.

Puoi averlo anche tu in poche mosse:

  • Crea un nuovo file Excel o Google Sheets.
  • Inserisci nel file i contenuti pillar.
  • Aggiungi i post dei tuoi social.

Prima di creare nuovi contenuti da zero, sfoglia il tuo archivio e attingi da tutto ciò che hai già fatto, dal valore che hai già creato e che da oggi in poi non lascerai più nel mare dell’oblio.

21 idee per riutilizzare i tuoi contenuti

Qual è il canale di comunicazione che ti dà più pensieri? Il blog fermo da mesi che aspetta una ventata di aria fresca o magari il tuo canale Instagram dove non sai mai cosa pubblicare?

Ecco tante idee per riciclare in modo creativo i tuoi contenuti e rendere la tua comunicazione sostenibile con meno sforzo.

12 modi per riutilizzare i blog post

  1. Trasforma il tuo articolo in una presentazione slide. SlideShare, che prima era di proprietà di LinkedIn, adesso fa parte della famiglia di Scribd ma è ancora popolarissimo.
  2. Usa il tuo post come script per un video. Puoi renderlo più breve o arricchirlo con esempi e poi caricarlo sul tuo canale YouTube.
  3. Usa l’articolo come traccia per una live su Instagram o Facebook.
  4. Trasforma l’articolo in una puntata podcast da condividere su Spotify o altre piattaforme per raggiungere più persone.
  5. Oppure in un audio-blog da ascoltare.
  6. Crea un’infografica con i punti salienti dell’articolo Puoi aggiungerla all’articolo per rendere la tua comunicazione multimediale oppure condividerla su Pinterest.
  7. Oppure, trasforma i passaggi chiave in una checklist da scaricare.
  8. Trova le citazioni memorabili del tuo articolo e usale per creare grafiche da condividere su Instagram o Pinterest.
  9. Trasforma un blog post evergreen in una serie di post brevi per i tuoi canali social.
  10. Oppure in un carosello per Instagram.
  11. Crea un eBook tematico raccogliendo i migliori articoli che hai dedicato a un certo argomento.
  12. Sfrutta i vecchi articoli come base per i guest post.

9 idee per il repurposing dei contenuti social

  1. Riutilizza i caroselli di Instagram come base per un’infografica.
  2. Oppure per creare un blog post.
  3. O ancora, per una presentazione slide.
  4. Estrapola clip dai tuoi video YouTube per condividerli sui canali social oppure nella newsletter.
  5. Raccogli le migliori ispirazioni per creare newsletter stagionali.
  6. Oppure rubriche a tema per altri canali social (per esempio da Instagram a Facebook e viceversa)
  7. Estrai l’audio delle Stories parlate e condividilo sul gruppo Telegram.
  8. Crea checklist ed esercizi pratici ispirate ai tuoi post.
  9. Riutilizza le Stories di Instagram per creare post, caroselli o reel.

Un aiuto dall’IA per la tua content strategy

Pensi che rielaborare i vecchi contenuti richiederà un sacco di tempo che tu non hai? Le IA generative come ChatGPT possono essere alleati preziosi per il repurposing dei contenuti e per ottimizzare la tua strategia.

Ecco tre cose che puoi iniziare a fare subito per alleggerire le tue giornate, anche se tu e l’intelligenza artificiale non siete ancora buone amiche.

Da blog post a contenuti per i social

Chiedi a ChatGPT di suddividere un tuo articolo in una serie di post brevi per i tuoi canali social. Per ottenere risultati più utili, specifica nel prompt il canale su cui vorrai ripubblicare i contenuti, così l’IA userà il formato più adatto. Puoi anche specificare ulteriormente, ad esempio “post per la mia pagina Facebook” oppure “script per tre Instagram reels”.

Da video a sintesi testuale

Puoi chiedere all’IA di effettuare la trascrizione del tuo video, e di estrapolare i punti chiave in un elenco da utilizzare per un’infografica. Oppure usare la trascrizione come base per un blog post, chiedendo a ChatGPT di suddividere il testo in sezioni con sottotitoli rilevanti.

Supporto al brainstorming

Chiedi a ChatGPT di generare una lista di idee per articoli, newsletter o post per i social partendo da un argomento particolarmente rilevante per il tuo pubblico. Oppure offri all’IA qualche informazione sul tuo pubblico e chiedi un elenco di argomenti che possono aiutare a conquistare la loro attenzione o stimolare la conversazione all’interno della tua community.

Se hai un grande archivio o troppe idee confuse, ricordati sempre della cliente ideale. Quali sono i contenuti che ha amato di più e i formati che la tengono incollata allo schermo?

La tua comunicazione business è per lei, per loro. Riutilizza solo i contenuti rilevanti e che offrono valore, in cui le clienti possono immergersi per trovare nuove idee e ispirazioni.

La tua strategia di contenuti ha bisogno di nuova linfa?

Con Logos Nauta, la mia consulenza intensiva di 4 ore, lavoriamo sul tuo ecosistema comunicativo per renderlo più vitale e sostenibile. Scopri come possiamo far riverberare il tuo messaggio nel web, al tuo ritmo.

Autore

Alessia Savi

Ciao, sono Alessia. Creo strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Strategie piene di ispirazione e anima, perché al centro ci sei sempre tu, con la tua energia e personalità. Nel rispetto di te. Nel mio lavoro ascolto, faccio domande, scrivo storie digitali. E non solo. Il mio mantra è #essercimeglio. Quando non mi occupo di marketing scrivo romanzi, conduco laboratori di libroterapia, mi lascio travolgere dalla bellezza in qualche museo, corro tra i prati in compagnia di Argo. Ogni storia è basata su una Verità: la nostra verità. Le parole risuonano: facci caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Qual è il tuo elisir segreto?

Scopri i punti di forza del tuo stile di marketing, diventa riconoscibile per essere indimenticabile. Rispondi al quiz gratuito e riceverai un piano d’azione per creare con gioia e passione un business fiorente.

Fai il quiz

Sono Alessia, digital strategist e facilitatrice in libroterapia umanistica. Mi occupo di strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Dove al centro, ci sei tu.

© 2015-2024 Alessia Savi ▲ Alchimia della Parola, Digital Strategist a Parma e online - Strategie di Comunicazione e Web Marketing per donne freelance | P.IVA 02840860346 | Privacy Policy & Cookie Policy | Dream Team ♥ Web Design Miel Café Design | Foto Giui Russo | Brand Identity & Illustration Officine Oniriche | SEO La Scribacchina | Consulenza legale Veronica Scaletta | Testi – Me medesima
bubblemagnifiercrossmenuchevron-down