12 Luglio 2023

Riscopri la voce del tuo brand

Riscopri la voce del tuo brand partendo da te

Hai perso la tua voce?

Nel mare della comunicazione online, è facile perdere il contatto con sé stesse. Scorri il feed di Instagram e trovi mille consigli su come comunicare con il tuo pubblico, sulle cose da evitare e quelle da fare assolutamente. Su cosa dire e come dirlo per avere successo.

… e tu, in questa tempesta, ti senti smarrita.

Non sai più a chi credere, provi mille strade e quando ancora non funziona inizi ad esserci sempre meno nella tua comunicazione. Smetti di prendere posizione, di metterti in gioco, di far sentire la tua voce.

Se senti che il tuo modo di comunicare non ti rappresenta più, non cercare le risposte nei contenuti degli altri.

Fermati e riparti da te.

Perché non puoi non avere un tone of voice

Il tono di voce di un brand è il modo in cui una freelance o un’azienda esprime la sua personalità quando comunica con l’esterno (clienti, collaborazioni, fornitori) o l’interno (team).

Quando è coerente sui diversi canali e allineato all’essenza del brand – ovvero la brand essence -, il tono di voce aumenta la riconoscibilità del brand e permette di raggiungere in modo più efficace le clienti ideali. Crea connessioni perché fa emergere i tratti essenziali, i valori, i punti in comune.

Quando la relazione passa dai social al processo di vendita, un tone of voice chiaro e riconoscibile aumenta la fiducia e migliora la customer experience.

Senza un tono di voce chiaro e definito, come puoi farti ricordare dalle clienti ideali? Chi cerca di piacere a tutte o di replicare le scelte delle concorrenti non arriva lontano.

Come può essere la voce di un brand?

Come la luce che esce da un prisma, il tono di voce è un riflesso che nasce dall’intreccio di aspetti diversi. Identità di brand, nicchia di mercato, cliente ideale, posizionamento.

È una questione di sfumature e ci sono tante strade possibili.

  • FREDDO: è il tono di molte associazioni, enti, ONG. Un linguaggio misurato, distaccato e accogliente quanto serve, con il focus sulle informazioni anziché sulle emozioni. Pensa alla comunicazione di WWF: è chiara, dritta al punto, mette l’accento sulle cifre e i fatti per trasmettere il messaggio.
  • CALDO: un tono di voce caldo può avere tante sfumature: amichevole, accogliente, materno, appassionato. Alessia Pandolfi, ha trovato un equilibrio perfetto. Il suo tone of voice è amichevole ma anche essenziale, in linea con la sua missione di aiutare le donne che lavorano online a sfruttare la tecnologia senza perdite di tempo.
  • NEUTRO: hai presente quel modo di esprimersi che una volta si definiva “professionale”? Niente fronzoli, frasi leggermente “gonfie” ma con poco calore, qualche punto esclamativo come vezzo. Anche un tono freddo può essere quello giusto, se le clienti ideali lo apprezzano. Ippocampo Edizioni è un esempio perfetto, con i suoi vent’anni di attività. Come elemento di connessione con il pubblico usa uno storytelling leggero ma intrigante con cui presenta le nuove pubblicazioni.
  • EVOCATIVO/POETICO: un tone of voice poetico è fatto di immagini e sensazioni. Se si esagera, le suggestioni rischiano di soffocare il messaggio e disorientare il pubblico. È quello che succede a molti creativi che comunicano restando confinati nel proprio mondo anziché avvicinarsi alla cliente ideale. Poi invece c’è chi usa un tono evocativo con grazia, senza mai scivolare nel cliché, come Angela Ongaro.
  • IRONICO/DIVERTENTE: il tono dei brand arguti e fuori dagli schemi, che amano stupire e strappare un sorriso con intelligenza. Sfoglia il sito di Frab’s e troverai tanti piccoli giochi di parole con cui il brand specializzato in riviste indipendenti manifesta la proposta di valore: offrire spunti e idee nuove per menti curiose.

… e il tuo, come sarà?

Esercizi per scoprire la voce del tuo brand

Le radici

Il primo passo per riscoprire la voce autentica del tuo brand è ritornare alle origini. Esplorare la personalità del tuo business per far emergere le tue verità e abbracciarle anche nel modo di comunicare.

Prendi carta e penna e inizia da queste domande.

  1. Qual è la visione che ti ha portato a diventare freelance o imprenditrice?
  2. Che impatto vuoi avere sul mondo con il tuo lavoro? In che modo ciò che fai contribuisce a realizzare la tua visione?
  3. Chi sono le persone che vuoi aiutare? Conosci davvero la tua cliente ideale, i suoi desideri e le sue paure?

Se scrivere ti mette a disagio o ti senti bloccata, prendi il telefonino e registra le tue risposte andando a ruota libera. Immagina di parlare con un’amica, sedute al tavolino di un bar o nel vostro posto preferito.

Le connessioni

In questo esercizio dovrai scavare a fondo nella tua storia e in quella della cliente ideale per trovare i punti di sintonia.

Apri il tuo quaderno o prendi di nuovo il registratore e racconta la tua storia con le sue evoluzioni, i successi e le cadute.

Poi chiudi gli occhi e immagina di essere la tua cliente ideale. Racconta com’è stata la sua vita fino a questo momento, quali scelte l’hanno portata al punto in cui si trova, quali difficoltà ha dovuto affrontare.

L’atmosfera

Osserva gli ultimi 15 post che hai pubblicato sui social. L’atmosfera che emerge dalle immagini ti rispecchia oppure ti sei lasciata influenzare un po’ troppo dallo stile comunicativo delle concorrenti?

La comunicazione di business non è fatta solo di parole ma anche di immagini, scelte grafiche, colori, mood. Se non ti riconosci nei tuoi contenuti, nemmeno la cliente ideale potrà riconoscerti.

Prova a metterti al centro della scena con una prospettiva diversa. Scatta delle foto della tua quotidianità, della tua postazione di lavoro, delle cose di cui ami circondarti mentre lavori.

Cerca nella tua realtà l’atmosfera e lo stile che ti caratterizzano, senza backdrop o forzature, e rifletti su come integrarli nel tuo marketing per diventare più riconoscibile restando allineata a chi sei.

Coerenza e personalità per dare forma al tone of voice

Nelle tue risposte ci sono tutti gli indizi per abbracciare uno stile di comunicazione e un tone of voice che ti differenzia dalla concorrenza. Manca solo un ultimo sforzo.

Riprendi in mano gli esercizi e:

  • Osserva le coincidenze. Quali parole o idee ritornano più spesso? Come ti esprimi quando parli del tuo lavoro? Com’è fatto il tessuto delle emozioni nel tuo racconto?
  • Annota i punti di contatto tra il tuo percorso e quello della cliente ideale. Potrai usarli nello storytelling per creare empatia e rafforzare la tua credibilità.

Metti nero su bianco le parole che risuonano di più con la tua essenza, le emozioni che vuoi evocare con i tuoi contenuti, le scelte visuali che esaltano il mood che ti rappresenta.

Sarà la tua guida al tone of voice: una compagna fedele quando lavori alla tua comunicazione e una guida per i momenti in cui senti che stai perdendo la rotta.

Desideri raccontare in modo appassionato la storia del tuo brand?

Scegli una comunicazione rilevante per il tuo pubblico, ricca della tua voce e di ispirazione con lo storytelling. Puoi scoprire come in Fuochi, il mio video-corso in regalo per te.

Desideri raccontare in modo appassionato la storia del tuo brand?

Scegli una comunicazione rilevante per il tuo pubblico e ricca di ispirazione con lo storytelling. Con Fuochi, il mio percorso gratuito, di guido alla scoperta di un modo di raccontare il tuo brand che trasformerà il tuo pubblico. Contenuto dopo contenuto.

    Iscrivendoti ad Atanor riceverai l'accesso ad Atanor Lab, la mia membership gratuita dove ogni mese troverai nuovi contenuti ad attenderti. Leggi l'informativa completa sul trattamento dei dati personali qui. Potrai disiscriverti quando lo vorrai.

    Mi prenderò cura dei tuoi dati e non li condividerò con nessuno, e ricorda: puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento ♥

    Autore

    Alessia Savi

    Ciao, sono Alessia. Creo strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Strategie piene di ispirazione e anima, perché al centro ci sei sempre tu, con la tua energia e personalità. Nel rispetto di te. Nel mio lavoro ascolto, faccio domande, scrivo storie digitali. E non solo. Il mio mantra è #essercimeglio. Quando non mi occupo di marketing scrivo romanzi, conduco laboratori di libroterapia, mi lascio travolgere dalla bellezza in qualche museo, corro tra i prati in compagnia di Argo. Ogni storia è basata su una Verità: la nostra verità. Le parole risuonano: facci caso.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Cerca nel blog

    Post Correlati

    21
    Febbraio
    2024
    07
    Febbraio
    2024
    01
    Febbraio
    2024
    Connessioni episodio 6 - Apertura

    Dalle Lezioni Americane di Italo Calvino passando attraverso il mito, per portare visione nel tuo marketing.

    leggi Post

    Qual è il tuo elisir segreto?

    Scopri i punti di forza del tuo stile di marketing, diventa riconoscibile per essere indimenticabile. Rispondi al quiz gratuito e riceverai un piano d’azione per creare con gioia e passione un business fiorente.

    Fai il quiz

    Sono Alessia, digital strategist e facilitatrice in libroterapia umanistica. Mi occupo di strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Dove al centro, ci sei tu.

    © 2015-2024 Alessia Savi ▲ Alchimia della Parola, Digital Strategist a Parma e online - Strategie di Comunicazione e Web Marketing per donne freelance | P.IVA 02840860346 | Privacy Policy & Cookie Policy | Dream Team ♥ Web Design Miel Café Design | Foto Giui Russo | Brand Identity & Illustration Officine Oniriche | SEO La Scribacchina | Consulenza legale Veronica Scaletta | Testi – Me medesima
    bubblemagnifiercrossmenuchevron-down