6 Dicembre 2023

Le carte oracolo per guidare l’ispirazione del tuo business

Come usare le carte oracolo per ispirare il tuo business

Nutrire la creatività e l’intuito con la guida delle carte oracolo.

Mi viene chiesto spesso in che modo usare le carte oracolo nel business, quali sono i mazzi che utilizzo e perché carte oracolo e tarocchi sono strumenti utili nel lavoro.


Le risposte che posso dare sono diverse e credo che, ogni persona che le utilizza, abbia la propria. La mia, è che nel business l’intuito è una delle cose più importanti, insieme a strategia e pianificazione. Tendiamo ad avere l’idea che possiamo sempre e solo scegliere una strada: essere pragmatiche, un po’ la “Pratica-Razionale” di Rose Madder di Stephen King; oppure scegliere di essere “Rosie-Vera”. Queste due parti, invece, dimorano dentro ognuna di noi ed è importante accoglierle e nutrirle entrambe perché lavorino in equilibrio e sinergia per il nostro benessere e la nostra prosperità.

“Non sono intuitiva, non ci capisco niente di queste cose.”

L’intuito fa parte di noi da sempre, solo che siamo così immerse nel rumore che, a volte, ascoltarlo ci viene difficile. Oppure pensiamo che per farlo servano migliaia di ore di meditazione sedute a fissare un muro, in religioso silenzio. L’intuizione è quell’idea che arriva mentre sei sotto la doccia ancora mezza addormentata. È quella dote innata che ci fa dire che quel fungo rosso a pois bianchi sembra davvero invitante, ma forse ha qualcosa di pericoloso. E che le bacche rosse è meglio non mangiarle proprio. L’intuizione è un guizzo di fiamma che si fa vivo quando meno te l’aspetti, fa parte del nostro kit di sopravvivenza anche. E perché arrivi, devi offrirle un luogo adatto in cui accoglierla a braccia aperte.

L’intuito è una parte di noi che ci parla, che riesce a cogliere messaggi profondi dentro e fuori da noi. Potremmo dire che è un modo di mettersi in profondo ascolto dei propri desideri e di quelli degli altri, acciuffare le idee che dall’iperuranio cercano una strada per farsi materia nel nostro mondo, come direbbe Elizabeth Gilbert. Proprio per la sua importanza, allenare l’intuito, dare spazio e voce al Sé che vive, si nutre e parla per immagini, le carte oracolo sono ottime alleate per entrare in connessione con lui, dargli il giusto spazio e raccontarci delle sue necessità.

L’intuito è uno stretto alleato della nostra intelligenza creativa: più ci alleniamo a cogliere e interpretare i segnali, a lasciarci guidare dalle libere connessioni, più flettiamo il nostro muscolo creativo.

Ora, sei pronta a intraprendere questo viaggio magico insieme a me?

Differenza tra carte oracolo e tarocchi

Partiamo da una precisazione: le carte oracolo e i tarocchi non sono la stessa cosa. Ecco le principali differenze tra le carte oracolo e i tarocchi.

  • Carte oracolo. Sono mazzi dalla massima libertà espressiva e creativa, realizzati per gli scopi più disparati. Proprio per la mancanza di una codifica, ogni mazzo racconta una storia a sé. Non esiste una simbologia univoca né un numero di carte standard. Ogni mazzo, quindi, racchiude la personalità e l’intento di chi lo ha realizzato. Ci sono mazzi con messaggi scritti, carte con sole immagini o solo una parola, carte ispirate ai più svariati argomenti e per i diversi ambiti. C’è solo l’imbarazzo della scelta!
  • Tarocchi. La loro nascita è avvolta dal mistero. C’è chi dice siano nati in Egitto (prendendo così il nome di Libro di Toth); chi in Cina; chi nelle corti italiane del Rinascimento (è il caso dei Tarocchi del Mantegna e i Tarocchi Visconti-Sforza nel Quattrocento). I tarocchi iniziano ad avere una propria codifica e una struttura che diventa quella attuale intorno al Settecento, con i Tarocchi di Marsiglia. Il mazzo di tarocchi, così come è giunto a noi, è composto da 72 lame, suddivise in 22 arcani maggiori (dallo 0 al 21) e 56 arcani minori, a loro volta suddivisi in quattro famiglie di semi, rappresentativi dei 4 elementi: bastoni (Fuoco), spade (Aria), denari (Terra) e coppe (Acqua). Le famiglie dei semi sono composte da 10 carte numeriche e dalle figure di corte: fante, cavallo, re e regina. La caratteristica dei tarocchi è che la simbologia complessa e stratificata, la connotazione del mazzo e il viaggio infinito che è possibile fare attraverso gli arcani, diventano un mezzo per indagare le tappe della vita dell’uomo. Il tarocco viene utilizzato, nell’Ottocento, a scopo esoterico, dove nasce uno dei mazzi più famosi: il Rider-Waite Smith, nato nella culla della Golden Dawn con il preciso intento di distaccarsi dalle figure ecclesiastiche, come il Papa e la Papessa, sostituite dalla Sacerdotessa e dallo Ierofante. Un’altra caratteristica di questo mazzo, che poi ispirerà molti dei mazzi moderni, è la struttura degli Arcani minori, tutti simboleggiati da figure umane in azione.

Se sei all’inizio scegliere un mazzo di carte oracolo che in qualche modo risuona con te – per immagini, tema, colori – può essere più semplice rispetto allo studio molto complesso di un mazzo di tarocchi. Ma anche se sei una super esperta, le carte oracolo potrebbero offrirti più creatività e ricchezza interpretativa, a seconda di quale mazzo della tua sconfinata collezione sceglierai di utilizzare.

Se i tarocchi hanno così tanta tradizione alle spalle, perché ho scelto di parlare di carte oracolo? Perché nel business penso siano più efficaci. Il mio punto di vista sui tarocchi è proprio quello di uno strumento di pratica spirituale e, come tale, lo utilizzo nella mia quotidianità.

E poi, le carte oracolo sono – in linea di massima – più semplici da utilizzare, proprio perché create con uno scopo preciso e spesso molto immediato nella loro interpretazione. Lo studio dei tarocchi richiede molto tempo, approfondimento e ricerca. Partiamo da qualcosa di semplice, che ne dici? Il mio consiglio quindi è di iniziare a prendere confidenza con le carte oracolo e, se lo desideri, cimentarti successivamente con i tarocchi.

Come scegliere il tuo primo mazzo di carte oracolo

Il mazzo di carte oracolo in genere sceglie noi, non il contrario. E questo vale anche per i tarocchi. Se hai la possibilità, vai in una libreria esoterica o un negozio specializzato in articoli esoterici, altrimenti l’unica alternativa è spulciare gli store online (dai un’occhiata anche a Kickstarter!) alla ricerca di ciò che è giusto per te.

Il mio consiglio è di domandarti che cosa cerchi nel tuo mazzo e poi fare una bellissima nuotata nel web per scoprire le infinite possibilità di carte oracolo che hai a disposizione.

Ogni mazzo ha la propria funzione, le proprie caratteristiche. Scoprirai, con il tempo, che non solo il loro creatore aveva uno scopo, ma anche tu. Può darsi che, come me, ti troverai a utilizzare alcuni mazzi solo per te stessa, altri solo per le tue clienti, altri ancora per usi ancora più specifici come la pratica spirituale o la creatività.

Per scegliere il tuo mazzo, quindi, mettiti in ascolto dei tuoi bisogni, delle tue necessità del momento e poi mettiti alla ricerca: sarà lui a trovare te.

Quale mazzo di carte oracolo scegliere

Ho pensato di consigliarti 7 carte di mazzi oracolo che possono essere di aiuto al tuo business per renderlo più ispirato, ricco e guidato non solo dalla strategia ma anche dall’intuito e dalla capacità di vedere al di là delle rotte già tracciate.

  • Soul Coaching di Denise Linn. Il mazzo di Denise Linn è tra i più versatili e semplici da utilizzare. Ogni carta è accompagnata da un’illustrazione molto evocativa, una parola e una frase guida. La bellezza di questo mazzo è data dall’estrema praticità e flessibilità, nella possibilità di cogliere infinite sfumature in ogni carta. È uno dei mazzi che utilizzo di più per il business, sia per me che le mie clienti. È alla base delle ispirazioni dei miei calendari editoriali. Di questo mazzo, accogliente e di facile utilizzo, trovi anche un manuale per scoprirlo con un viaggio magico di 28 giorni.
  • The Sacred Creator Oracle Card di Chris-Anne. Adoro quest’artista e adoro ogni suo mazzo di carte. Questo, in particolare, porta delle domande specifiche, colori connessi con i chackra e stimola la riflessione e l’introspezione. Lo trovo particolarmente indicato per il journaling e io lo utilizzo insieme ad altri due mazzi di carte oracolo per dare suggestioni davvero speciali alle mie clienti durante la creazione delle loro strategie di comunicazione.
  • Anima libera di Ilaria Ruggeri. Il mazzo di una donna dall’animo selvaggio che, unito alla magia delle Soul Coaching, ne rafforza la portata. Io, infatti, li uso insieme per scoprire connessioni pazzesche. Anima libera è composto da 28 carte che portano con sé un messaggio potente di libertà e rinascita. La particolarità delle carte di Ilaria è che il dorso di ogni carta è differente dall’altro, grazie alla sua pittura sciamanica. Un mazzo imperdibile (non solo per il business, ma anche per riconnetterti con la donna che corre coi lupi dentro di te).
  • Fai dell’ordinario una poesia di Giui Russo con le illustrazioni di Enrica Mannari. Un mazzo che raccoglie 40 esercizi poetici per onorare la propria bambina interiore, giocare, scoprirsi. Io utilizzo le carte di Giui per stimolare la mia creatività, trovare ispirazioni e intuizioni per scrivere le mie pagine del mattino, per trovare nuove idee per coinvolgere le iscritte al gruppo Facebook in nuove, mirabolanti avventure.
  • Hedgewitch Botanical Oracle di Siolo Thompson. Un mazzo suggestivo e poetico per il quale serve un po’ di studio. La creatrice si è ispirata al mondo delle piante spontanee, a ognuna delle quali è associata una parola chiave. Il libretto di istruzioni riporta le proprietà officinali di ogni pianta e la descrizione della carta oracolo. Serve quindi un po’ di studio per affrontarlo, ma è un mazzo gentile che io utilizzo per le mie clienti che hanno una fortissima connessione con la Natura. 40 carte per riconnetterti con l’arte delle medichesse e usare le loro ispirazioni non solo per il messaggio che recano, ma anche per la possibilità di conoscere le erbe spontanee e ritrovarne l’antica saggezza.
  • The Literary Witches Oracle di Taisia Kitaiskaia e illustrate da Katy Horan. Il mio mazzo di carte oracolo del cuore. Le illustrazioni sono suggestive, oniriche, surreali, gotiche, molto dettagliate. Indagano l’animo umano attraverso la biografia delle streghe letterarie e l’immaginario simbolico tratto dalle loro opere. Intenso, evocativo, un mazzo che ha bisogno di essere compreso a fondo, con una guida che poco racconta delle carte perché lascia massima libertà a chi lo possiede di scoprirne il linguaggio nascosto. 70 carte suddivise in due sezioni: 40 carte dedicate agli strumenti delle streghe e 30 carte dedicate alle streghe letterarie. Te lo consiglio se hai già dimestichezza con le carte oracolo e i tarocchi. Il plus di questo mazzo è che, leggendo le opere delle streghe letterarie, riuscirai a comprendere a fondo i messaggi delle carte che lo compongono. Come lo utilizzo? Molto spesso per le mie clienti, per ricevere intuizioni per il business, per allinearmi con le energie del mese estraendo due carte all’inizio di ogni mese: una per sezione del mazzo. E poi, mi lascio sempre guidare da lui quando si tratta di tuffarmi nella progettazione di un nuovo laboratorio di libroterapia umanistica.
  • Il potere della dea, di Colette Baron-Reid. Un mazzo di carte oracolo dedicato alle molteplici forme della dea, attraversando l’intero modo. Per nutrire il nostro potere femminino. Lo trovo un mazzo davvero speciale, una guida che è una carezza per ogni momento di dubbio o stasi. Io estraggo una carta di questo mazzo a ogni luna piena, per sapere quale sarà la mia guida delle successive settimane.

Credo sia il caso di proseguire, vero?

Come connetterti con il tuo mazzo di carte oracolo

Dopo aver acquistato il tuo mazzo, è il momento di iniziare a dialogare con lui.

Per prima cosa, rendigli omaggio bruciando un po’ di incenso sul mazzo per purificarlo e dargli una proprietà: la tua. Offrigli le tue intenzioni e poi inizia a stare vicino a lui. Porta il mazzo in borsa quando esci, tienilo sulla scrivania quando lavori, trova un momento della giornata per toccarlo, mischiare le carte, sentirne la consistenza, restando concentrata sull’intenzione e il dialogo che vuoi creare con lui.

Quando senti che il mazzo in qualche modo ha voglia di raccontarti qualcosa e tu ti senti pronta, inizia estraendo una carta al giorno facendo una domanda chiara e breve alle tue carte. Mischiale, estrai la carta che più ti ispira con la faccia rivolta verso il basso, fai un lungo respiro e girala. Osserva l’immagine, leggi il messaggio che porta con sé (se ha una parte scritta, come un mantra o un’affermazione), domandati cosa vuole dirti quella carta e poi, annota tutto sul tuo diario. Non leggere il libretto dei significati che trovi dentro il mazzo: ricerca il tuo, è questa la tua sfida, il modo che hai per connetterti con la tua intuizione. Se hai fretta e leggi il bugiardino, questo lavoro non potrà mai dare i suoi frutti. E tu non allenerai il tuo intuito.

Ripeti questo esercizio ogni giorno per 30 giorni e non cadere nel tranello della lettura dei libri di interpretazione. Lascia libero l’intuito di parlare, di imparare a dialogare con te. Lascia libero il Sé di giocare, esprimersi, divertirsi: più gli darai spazio, più avrà il desiderio di raccontarti qualcosa di speciale.

L’intuito è la porta da cui far fluire la creatività. Impara a lasciarla sempre aperta.

Come usare le carte oracolo per ispirare il tuo business

Una volta che hai trovato affinità con il tuo mazzo, è il momento di iniziare a lavorare con lui per il tuo business. Il tuo mazzo di carte oracolo può aiutarti nel tuo business in moltissimi modi.

  • Può esserti di supporto per indagare una scelta di business e avere nuove intuizioni su quale sia la strada migliore per te. O per prendere in considerazione elementi che non avevi considerato.
  • Per valutare nuove idee e lasciarti ispirare dalle intuizioni che le carte evocano in te, per esempio per la creazione di nuovi servizi o per fare un lancio diverso dal solito.
  • Per connetterti con le energie del momento e riallinearti con i loro saggi suggerimenti.
  • Per ispirare il tuo calendario editoriale e renderlo davvero unico.
  • Per infondere anima alla tua comunicazione connettendoti con le energie del momento.
  • Per valutare una potenziale collaborazione se non sei convinta.
  • Per giocare ed esplorare, senza farti troppe domande.
  • Per ricevere intuizioni sull’aspetto creativo del tuo business.
  • Per utilizzare anche l’intuito nella creazione del tuo business plan.
  • Può aiutarti nelle sessioni con le tue clienti o coachee.

Solo con la cooperazione tra intuito e pragmatismo avrai un business equilibrato e unico: un business con l’anima.

Andiamo avanti: ho alcuni suggerimenti magici per te e su come puoi utilizzare le carte oracolo – ma anche i tarocchi – per portare intuito e creatività nel tuo business. Sono gli stessi strumenti e rituali che utilizzo sia per me che per le mie clienti.

1. Crea la Ruota dell’Anno per il tuo business con le carte oracolo

La Ruota dell’Anno è il mio must have di ogni pianificazione (e anche di ispirazione per lavorare ai piani editoriali delle mie clienti). È uno strumento che ho conosciuto grazie a Gioia Gottini parecchi anni fa e del quale non potrei fare a meno per avere un business e una comunicazione sempre ispirati.

Quando ti serve. Durante la fase della pianificazione annuale della tua attività. In genere io la creo per gennaio (ci lavoro tra ottobre e novembre dell’anno precedente, iniziando la settimana di Samhain), in modo da seguire l’anno solare (e fiscale) della mia attività, ma a seconda della stagionalità del tuo business il tuo momento di inizio attività potrebbe essere settembre.

Come funziona. Mescola il tuo mazzo di carte oracolo pensando all’anno che verrà. Estrai 12 carte che rappresentano i 12 mesi dell’anno e disponile a cerchio, creando un mandala. Al centro, estrai una tredicesima carta che sarà la tua carta guida dell’anno (per me, coincide con la parola dell’anno). Procedi nell’operazione senza svelare le carte partendo a ore 12 e poi proseguendo in senso orario. Solo quando avrai posato la tredicesima potrai scoprirle una a una e lasciare che le intuizioni si facciano strada. Annota tutto quello che scopri da questa stesa, tutte le intuizioni e le riflessioni. Ci sono colori che si inseguono? Noti un certo tipo di trama che si snoda davanti ai tuoi occhi? C’è un’energia, una sensazione diffusa che permea la tua ruota? Prenditi tempo e poi, passa a lavorare sul tuo business plan e ai tuoi calendari editoriali.

Come utilizzarla. Per navigare tra le energie che si muoveranno nell’anno che sta per arrivare, per pianificare le tue attività e i tuoi lanci, per creare calendari editoriali ricchi di ispirazione e molto lontani da ciò che potrebbe scrivere una IA generativa.

Quale mazzo puoi utilizzare. Io scelgo le Soul Coaching di Denise Linn e le Anima Libera di Ilaria Ruggeri. Il mio mandala è fatto di due cerchi concentrici composto da entrambi i mazzi.

Ti faccio un esempio pratico. Potresti estrarre dal tuo mazzo di carte oracolo Ululato. Che significa? Come puoi utilizzarla per ispirare la tua comunicazione? Ululato è sinonimo di branco e, seguendo quest’intuizione, potresti creare una challenge su Instagram per stimolare e coinvolgere la tua community. E con i blog post? Potresti scegliere di parlare di libertà e indipendenza, qualsiasi sia il tuo business.

  • Libertà di espressione: può essere utile per te se sei una filosofa, ma anche un’artigiana che vuole offrire alle sue clienti la possibilità di indossare capi che le valorizzino e siano manifestazione della loro personalità.
  • Libertà nel business e nel marketing. Puoi parlare di tool che semplificano i processi lavorativi se sei un’assistente virtuale, oppure di come delegare se sei una business coach. E, ancora, se sei una social media manager raccontare in che modo la vita sui social media possa essere (ancora) sostenibile.

Hai capito come funziona, vero? E, se ti sembra una cosa impossibile, posso smentirti: basta solo un po’ di allenamento. Idee e intuizioni busseranno alla tua porta senza sforzo.

Con Atlante, il mio percorso gratuito per creare i tuoi calendari editoriali in modo ispirato, trovi anche il mio metodo per utilizzare la Ruota dell’Anno a servizio della tua comunicazione.

2. Trova la tua parola dell’anno con le carte oracolo

La parola dell’anno è la tua parola guida. Puoi sceglierla seguendo l’intuito, a volte perché si palesa in modo così insistente da non poter essere ignorata, altre volte perché senti la necessità di una parola importante da cui imparare (come, per me, è accaduto con “Flow” alcuni anni fa).

Quando ti serve. All’inizio dell’anno, per individuare le tematiche della tua vita su cui lavorare e da sviluppare. È un focus di attenzione che si estende oltre il lavoro. Le parole creano la realtà: anche la tua.

Come funziona. Se la tua parola dell’anno non arriva, o senti la necessità di approfondire quella che hai già scelto, puoi estrarre una carta dal tuo mazzo di carte oracolo, chiedendo un aiuto per capire di cos’hai bisogno per i prossimi 12 mesi. Può essere la tredicesima carta della Ruota dell’Anno oppure puoi scegliere un mazzo di carte oracolo diverso.

Come utilizzarla. Ti accompagna per 12 mesi, in ogni ambito della tua vita. È la tua bussola per l’anno che verrà, la guida che ti permetterà di crescere, evolvere e approfondire le tematiche legate a lei. Io sono abituata a creare una mappa mentale in cui annoto tutte le aree della mia vita in cui desidero manifestare la mia parola dell’anno e in che modo posso farlo.

Quale mazzo puoi utilizzare. Ogni anno mi lascio guidare dai nuovi mazzi acquistati durante gli ultimi 12 mesi. Per la tua parola dell’anno ti invito a utilizzare un mazzo che abbia come focus una sola parola (come le Soul Coaching di Denise Linn) e non messaggi strutturati, come per esempio il mazzo Universe has your back di Gabby Bernstein.

3. Estrai la carta oracolo del mese per ispirare il tuo business

La carta del mese è una carta più vicina, per tempistica, a quello che si sta muovendo nella tua vita in quel momento rispetto alla data di quando hai creato la tua Ruota dell’Anno.

Quando ti serve. All’inizio di ogni nuovo ciclo e tutte le volte in cui ne senti il bisogno. Se infatti la Ruota dell’Anno ti offre un’indicazione generali sui prossimi mesi, la carta del mese è un’alleata preziosa per affrontare nel dettaglio situazioni, tematiche, intuizioni e momenti quotidiani. Questo è anche un ottimo esercizio di allenamento (se fatto in modo costante durante la settimana) per restare connessa al tuo intuito.

Come funziona. Fai una domanda specifica al tuo mazzo che riguarda qualcosa che vuoi indagare, onorare, attrarre, focalizzare. Puoi estrarre una carta guida a inizio mese, una carta guida al giorno oppure una a ogni inizio di settimana o ciclo lunare. Non importa in che modo la utilizzi, ma la richiesta deve essere specifica per quel momento. Pensa a ciò di cui hai bisogno: le carte ti supporteranno.

Come utilizzarla. Per capire di cos’hai bisogno, per sapere quali energie saranno tue alleate, per comprendere in che modo superare una determinata situazione o quali siano le tematiche e le pratiche spirituali di cui necessiti in quel momento.

Quale mazzo puoi utilizzare. Per questa pratica non ho un mazzo fisso e anzi, spesso utilizzo i miei mazzi personali, quelli che ho scelto di dedicare alla mia vita privata e alla mia pratica spirituale. Per esempio, se sono a corto di idee su come prendermi cura di me mi affido alle The Sacred Self-Care Oracle di Jill Pyle e illustrate da Tatiana Vedenina. Una pratica che mi segue ogni mese, durante la luna piena, è pescare una carta oracolo dal mazzo Il potere della dea, di Colette Baron-Reid per sapere quale sarà la mia energia-guida delle successive settimane.

4. La stesa a 3 carte per trovare nuove idee e soluzioni per il tuo business e la comunicazione

Quando ti serve. Quando hai necessità di sbrogliare una situazione complessa, se vuoi avere un quadro che ti aiuta a definire un contesto, una dinamica, un approccio o affrontare una tematica o un problema che si ripropone e tu, sempre, agisci allo stesso modo.

Come funziona. Fai una domanda chiara sulla situazione che ti sta a cuore. Estrai tre carte dal tuo mazzo, sempre tenendole a faccia in giù. La prima rappresenta il passato, la seconda il presente, la terza il futuro. Ora, non ti resta che interpretarle, trovando il nesso tra il prima e il dopo. Le carte sono concatenate tra loro: trova il filo conduttore che le lega.

Come utilizzarla. Per sviscerare una situazione complessa, per capire in che modo puoi mettere più ispirazione nel tuo marketing o sapere cosa manca, per capire come arricchire un’offerta che non decolla o capire se una collaborazione fa davvero al caso tuo. Io utilizzo questa stesa nelle mie strategie di comunicazione unendo l’energia di 3 mazzi diversi che si integrano perfettamente tra loro e dare alle mie clienti uno sguardo sui loro blocchi relativi al marketing.

Quale mazzo puoi utilizzare. Il tuo mazzo preferito. Più il legame con il mazzo è stretto, più le tue intuizioni saranno forti.

5. Una stesa di carte oracolo e una visualizzazione per ispirare il tuo marketing

Ora voglio guidarti in un viaggio di esplorazione ideato da me (se lo trovi in giro, sappi che qualcuno ha pensato di copiarlo senza autorizzazione da parte mia) per portare il tuo marketing a un livello differente, verso quel fiume sotterraneo fatto di simboli e archetipi a cui tornare per rendere la tua storia potente perché canta all'anima di chi ti segue.

Prendi carta e penna, accendi una candela e il tuo incenso preferito. Osserva la fiamma, respira e inspira in modo profondo, chiudi fuori i pensieri e mettiti in ascolto per intraprendere il tuo viaggio. Tieni accanto a te il tuo mazzo di carte oracolo preferito e il tuo mazzo di tarocchi. Se non hai questi ultimi, utilizza un altro mazzo di carte oracolo (o sempre lo stesso, se ti va).

Tappa 1: l'incontro con la tua Musa

«Le Muse hanno un posto altissimo, anzi unico, nella gerarchia divina. Son dette figlie di Zeus, nate da Mnemosyne, la Dea della memoria; ma ciò non è tutto, ché ad esse, e ad esse soltanto, è riservato portare, come il padre stesso degli Dei, l'appellativo di olimpiche, appellativo col quale si solevano onorare sì gli Dei in genere, ma - almeno originariamente - nessun Dio in particolare, fatta appunto eccezione per Zeus e le Muse.» - Walter Friedrich Otto

Siamo sul Monte Elicona, in una radura in mezzo a un bosco di cipressi e piante rigogliose. Le Muse danzano, declamano, cantano, scrivono. Osservano gli astri che velocissimi si muovono sulle vostre teste, ne scrutano i segni, sussurrano parole che l'eco porta alle orecchie di chiunque possa ascoltarle. Una Musa si accorge della tua presenza, si stacca dal gruppo e si avvicina a te: ha tra le mani qualcosa.

Chiudi gli occhi, fai alcuni respiri profondi e immagina questa scena, vivila senza limitazioni o censure della mente. Lasciati guidare dalle note di questa canzone e osserva tutto ciò che accade in questa immagine di te, sul Monte Elicona, in compagnia delle Muse. Quando sei pronta ricerca un'apertura tra gli alberi, le radici, una porta che ti permetta di uscire da questo luogo magico. Fai alcuni respiri profondi e apri gli occhi. Annota sul tuo taccuino ogni dettaglio della Musa che si è avvicinata a te: com'è fatta, che espressione ha, quali oggetti ti ha portato in dono, se ti ha parlato o se il suo messaggio è fatto di gesti e simboli, come ti sei sentita insieme a lei.

Non esiste opera d'arte che non sia protetta e ispirata da una Musa. Sul mio braccio destro è tatuato il volto di Clio, la protettrice del poema epico e della storia. Se non conosci le Muse, non preoccuparti: di seguito troverai i loro nomi e le arti che governano. Lasciati guidare dall'intuito e dai un nome alla Musa che hai incontrato nella tua visualizzazione.

  • Clio, colei che rende celebre.
  • Euterpe, colei che rallegra.
  • Thalia, colei che è festiva.
  • Melpomene, colei che canta.
  • Tersicore, colei che si diletta nella danza.
  • Erato, colei che provoca il desiderio.
  • Polimnia, colei che ha molti inni.
  • Urania, colei che è celeste.
  • Calliope, colei che ha una bella voce.

Ho volutamente tralasciato le arti presiedute di ognuna e gli attributi con i quali sono raffigurate. Scegli d'istinto il nome della Musa che può ispirare il tuo business, quella che senti vicina a te e a chi sei oggi e che si è avvicinata a te durante la tua visualizzazione. Sei pronta? Passiamo alla prossima tappa del nostro viaggio.

Tappa 2: la Soglia dell'Oracolo

Ogni viaggio incontra un momento di passaggio, una soglia da superare con i suoi guardiani. Insieme alla tua Musa, recupera il tuo mazzo di carte oracolo preferito ed estrai 3 carte per scoprire preziosi alleati. Utilizziamo le carte oracolo e non i tarocchi perché le carte oracolo sono figurative e ci permettono di parlare al nostro Sé attraverso le immagini in modo immediato e creativo e dobbiamo recuperarlo.

  • La prima carta rappresenta la tua arma o potere magico.
  • La seconda carta rappresenta un alleato prezioso.
  • La terza carta rappresenta l'elisir di lunga vita.

Quando avrai le tue tre carte davanti a te lasciati trasportare dalla scrittura, racconta ciò che vedi, i simboli, i collegamenti tra le immagini che sembrano confluire l'una nell'altra, tutto ciò che la tua Musa ti sta sussurrando. Poi, potrai pensare a come questi tre elementi potranno amalgamarsi e arricchire la tua strategia di marketing.

Questa stesa ti aiuterà a scoprire in modo intuitivo degli elementi preziosi per migliorare il tuo modo di fare marketing e di comunicare con il tuo pubblico.

Tappa 3: il Guardiano della Soglia

Ora è il momento di affrontare le tue paure e di conoscere i tuoi alleati. Per farlo, utilizza il tuo mazzo di tarocchi, meglio se hai un mazzo figurativo come i tarocchi Rider Waite-Smith o i Madre Pace, dove anche gli Arcani Minori hanno una rappresentazione di figure umane e non solo simbolica. Anche in questa terza tappa prendi il tuo mazzo e lancia tre arcani.

  • La prima lama ti svela una paura che ti limita nel marketing.
  • La seconda lama è una caratteristica unica e inimitabile che ti caratterizza.
  • La terza lama è il tuo potenziale ancora inespresso.

Anche in questo caso scrivi tutte le intuizioni che ti colpiscono, annota ogni dettaglio, ogni pensiero.

Questo viaggio non ha una vera fine, perché gli elementi che hai tra le mani possono suggerirti qualcosa in più sul tuo modo di fare marketing e del tuo modo di raccontare storie. Non ti suggerisco di ricercare online o sul dizionario dei simboli ciò che hai scoperto: ciò che vale è ciò che hai sentito tu.

Raccogli queste informazioni, fanne tesoro, datti il tempo di comprendere come possono aiutarti per rendere il tuo modo di raccontarti online e il tuo marketing più forte e più allineato a te. Hai delle risorse ancora inutilizzate che puoi scoprire e valorizzare: non sprecarle.

Fare marketing con le tue regole, a modo tuo, restando fedele a te stessa e diffondere i tuoi valori, è possibile: non sprecare questa opportunità.

Puoi scaricare Seasonal Business Plan e immergerti negli esercizi che ho creato per te per progettare il nuovo anno del tuo business con un tocco di magia in più.

Non sai come costruire il tuo business plan?

Ho creato per te Seasonal Business Plan, un semplice workbook che ti aiuterà nella pianificazione e ti accompagnerà per tutto l'anno. Ci trovi dentro tre ingredienti speciali: leggerezza, tempo per te stessa e la ricerca dei tuoi desideri autentici.

    Iscrivendoti ad Atanor riceverai l'accesso ad Atanor Lab, la mia membership gratuita dove ogni mese troverai nuovi contenuti ad attenderti. Leggi l'informativa completa sul trattamento dei dati personali qui. Potrai disiscriverti quando lo vorrai.

    Mi prenderò cura dei tuoi dati e non li condividerò con nessuno, e ricorda: puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento ♥

    Autore

    Alessia Savi

    Ciao, sono Alessia. Creo strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Strategie piene di ispirazione e anima, perché al centro ci sei sempre tu, con la tua energia e personalità. Nel rispetto di te. Nel mio lavoro ascolto, faccio domande, scrivo storie digitali. E non solo. Il mio mantra è #essercimeglio. Quando non mi occupo di marketing scrivo romanzi, conduco laboratori di libroterapia, mi lascio travolgere dalla bellezza in qualche museo, corro tra i prati in compagnia di Argo. Ogni storia è basata su una Verità: la nostra verità. Le parole risuonano: facci caso.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Cerca nel blog

    Qual è il tuo elisir segreto?

    Scopri i punti di forza del tuo stile di marketing, diventa riconoscibile per essere indimenticabile. Rispondi al quiz gratuito e riceverai un piano d’azione per creare con gioia e passione un business fiorente.

    Fai il quiz

    Sono Alessia, digital strategist e facilitatrice in libroterapia umanistica. Mi occupo di strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Dove al centro, ci sei tu.

    © 2015-2024 Alessia Savi ▲ Alchimia della Parola, Digital Strategist a Parma e online - Strategie di Comunicazione e Web Marketing per donne freelance | P.IVA 02840860346 | Privacy Policy & Cookie Policy | Dream Team ♥ Web Design Miel Café Design | Foto Giui Russo | Brand Identity & Illustration Officine Oniriche | SEO La Scribacchina | Consulenza legale Veronica Scaletta | Testi – Me medesima
    bubblemagnifiercrossmenuchevron-down