side-area-logo

Come usare Instagram per il Business

Visual storytelling con Instagram.

Il mio social preferito è Instagram e non ne faccio mistero. Anche nei  sondaggi che ho proposto nelle Stories, sono emersi l’importanza e l’affetto di cui gode questo social.

Le parole conquistano, ci rappresentano se sappiamo scegliere quelle che ci vestono come una seconda pelle.
Ma nell’era della comunicazione digitale, dove la pubblicazione dei contenuti è velocissima, le immagini giocano un ruolo determinante. 

Lo sai che le persone conservano e memorizzano circa l’80% di ciò che vedono; il 20% di ciò che leggono e il 10% di ciò che sentono? E che il 90% delle informazioni trasmesse al cervello sono visive e il 93% di tutte le comunicazioni umane avviene in maniera non verbale?

Questo ti fa capire quanto sia difficile destare interesse nei nostri confronti scrivendo, ma le immagini possono diventare nostre alleate. Instagram è un social che aiuta a trovare un proprio tono di voce. Le immagini sono un ottimo stimolo per allenare la propria scrittura. Se un tempo potevamo accontentarci di fare belle fotografie, oggi dobbiamo sforzarci di scrivere testi che ci permettano di costruire un dialogo con chi intercetta il nostro profilo.

Le funzioni di Instagram per il business

Instagram si è trasformato in un potente strumento di marketing che sdogana la comunicazione istituzionale per lasciare spazio alla creatività, alle emozioni, alla voglia di raccontarsi. Nell’ultimo anno gli aggiornamenti sono stati numerosi, tra oscillazioni di algoritmi anti-bot che hanno ridotto in modo drastico la portata organica dei post e il potenziamento delle funzioni per i business.

Questi sono gli aspetti più importanti per chi ha un’attività e sceglie di essere su questo social network.

  • Le statistiche dell’account business (non costa nulla e aiuta a capire un sacco di cose sul tuo pubblico. Se non ce l’hai ancora, corri ai ripari!)
  • Hai la possibilità di programmare i tuoi post, proprio come sulla tua pagina Facebook. Per Instagram, le applicazioni approvate sono Later e Buffer.
  • Puoi inserire nella bio del tuo profilo i branded hashtag, ovvero gli hashtag legati al tuo brand e alla community che hai coltivato attorno a essi.
  • Lo sai che, se hai un account business, Instagram per te può essere un e-commerce a tutti gli effetti? Puoi rendere acquistabili i tuoi prodotti dalle tue foto con la funzione Shopping su Instagram, che deve essere collegata ai prodotti caricati sulla tua pagina Facebook.
  • Instagram è un social in cui comunicare le notizie del tuo business in tempo reale, soprattutto con le stories.
  • Instagram è un social utilizzato soprattutto per la navigazione: per questo è importante avere una gallery curata.
  • Su Instagram vengono pubblicati contenuti personali che hanno un ciclo di vita molto breve.
I social fanno parte della strategia di marketing digitale e, per altro, sono l’ultimo anello della catena, quello che ci permette di amplificare il nostro messaggio e portarlo al di fuori dei nostri spazi.

Cosa fare su Instagram se hai un’attività

  1. Instagram è solo una piccola parte della tua comunicazione: non concentrare le tue attività di marketing su uno strumento che non è di tua proprietà. Instagram è un amplificatore, un veicolatore di messaggi in bottiglie; la barca da cui le lanci è il tuo sito (o il vostro e-commerce).
  2. Vendi senza fare riferimenti al tuo sito nella didascalia (ma questo vale anche se stai promuovendo i tuoi servizi). Come fare? Taggando i prodotti nella fotografia o migliorando la qualità della tua scrittura.
  3. Crea una gallery che sia omogenea, che abbia un carattere distintivo e riconoscibile sia dal punto di vista dello styling che della colorazione. Per ottenere una buona post produzione delle fotografie puoi utilizzare app come Snapseed (la mia preferita) o VSCO.
  4. Se vuoi condividere le fotografie dei tuoi clienti, fallo ringraziandoli nelle Stories. Nella gallery funziona solo se racconti una storia stupenda (ovvero fai storytelling. Ma questo vale sempre).
  5. Crea contenuti gratuiti per i tuoi follower. Dirette video, sondaggi e risposte alle loro domande più frequenti.
  6. Sii generosa.
  7. Racconta storie. La tua, quella dei tuoi clienti, di come nascono i tuoi prodotti, di chi sono i tuoi fornitori, di ciò che ti ispira. L’ho già detto che devi raccontarti?
  8. Le tue fotografie devono essere un’anteprima di ciò che gli utenti leggeranno. Se devi allenare l’occhio e vuoi migliorare il tuo stile, puoi acquistare l’ebook di Giui Style, Styling e Storytelling. Con lei impari a osservare, guardare, vedere. E scattare.

Cosa non fare su Instagram se hai un’attività

  1. Concentrare la tua attività di marketing su Instagram e trasformarlo nel tuo canale di vendita principale. Funziona per pochissimi brand che riescono a costruire una community molto forte attorno a sé (e prima che l’algoritmo cambiasse le carte in tavola). È il caso di Cera una bolla.
  2. Trasformare la tua gallery in una vetrina dove parli solo dei tuoi prodotti e dei tuoi servizi. Nel marketing l’autoreferenzialità non paga, su Instagram nemmeno.
  3. Utilizzare i filtri di Instagram per post produrre le tue fotografie. L’effetto è innaturale.
  4. Utilizzare immagini con scritte, come meme o citazioni. Instagram non è Pinterest.
  5. Raccontarti in modo formale o, peggio, scrivendo di te e del tuo brand in terza persona.
  6. Utilizzare le Stories come diario personale. Prima di pubblicare qualsiasi cosa, chiediti cosa vuoi raccontare e se può interessare o essere di ispirazione a chi ti segue. Altrimenti passa oltre e utilizza quel tempo per prenderti cura di te stessa. In questo articolo pubblicato sul business blog di Instagram puoi scoprire come le persone percepiscono le Stories su Instagram.

Ti invito ad approfondire l’utilizzo di Instagram per il business con questi articoli che trovi sul blog ufficiale:

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIN
Share
Tagged in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, scopri come fare nella cookie policy. Cliccando sul pulsante, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi