side-area-logo

Fiori d’acciaio

Tutti hanno il diritto a una seconda possibilità, non per gli stessi errori.

Ci sono Mara, Valentina, Giulia, Sara, Chico e Filippo chiusi nella stessa stanza.
E poi c’è Luca, che non c’è, ma è come se ci fosse.
E poi c’è Francesca, che è troppo lontana per esserci, eppure è lì, a un passo da loro.
Ci sono storie così, che nascono e corrono via lente, come un rigagnolo di montagna.
Si fanno piena quando meno te l’aspetti e ti portano via.

In questi mesi ho lavorato all’editing, lentissimo, di Verso le Luci del Nord. La prima sgrossatura è stata fatta, ora inizia il lavoro di lima più intenso. Sto temporeggiando e me ne rendo conto, ma è come se dopo aver messo la parola fine a questa storia ci sia stato un periodo di pace ovattata tra le dita. Tutto, tranne che la testa. Quella sta partorendo più storie che ricordi, ed è grave. Alcune vorrei scriverle nei prossimi mesi, altre dubito di riuscire a metterle su carta prima dell’anno prossimo.
Per non restare inattiva e improduttiva ho deciso di scrivere una storia a puntate, come quelle che venivano pubblicate sui giornali degli Anni Venti o di fine Ottocento, seguite da migliaia di lettori. Adesso le chiamano blog novel, ma non fa molta differenza. Questo mi ha permesso di concluderla in un tempo relativamente breve e non lasciare ferma la penna troppo a lungo. Scrivere “Fiori d’acciaio” mi ha permesso di concentrarmi su paragrafi brevi incentrati sulle vicende dei singoli personaggi che, alternandosi nel racconto, danno vita a una storia corale fatta di sogni infranti all’ombra del cielo grigio di Milano.

Il concept

Non mi rendo mai la vita facile. Per allenarmi, ho recuperato una tabella di 27 prompt che preparò anni fa una mia carissima amica. Non l’ho mai sfruttata, così mi sono decisa a tirarla fuori dal cassetto e sfruttarla per scrivere “Fiori d’acciaio”. Il concept di base era stato ideato diversi anni fa, anche se poi ne ho sempre rimandato la scrittura per i più svariati motivi. Altre storie da scrivere, un plot iniziale fuori target, che raccontava di un gruppo di adolescenti e non di giovani adulti disgraziati. Ho preso i prompt e ho iniziato a scrivere, senza sapere esattamente cosa se non personaggi che per troppo tempo ho zittito in malo modo. Poi, dopo i primi paragrafi avevo già in mente la situazione, i personaggi già ben definiti, le loro storie stampate in testa: era fatta!

La colonna sonora del suo concepimento è sempre stata la stessa: Bloodflowers dei The Cure. [cookie-policy]

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner".

[/cookie-policy]

Fiori d’acciaio

Questa è la tabella dei prompt che ho utilizzato. Se volete sfruttarla per scrivere la vostra blog novel (perché no?) potete prenderla in prestito. Magari lasciatemi un commento, così passo a leggere la vostra creatura. Per me è stato un ottimo palliativo per continuare a scrivere restando concentrata sul focus di Drove, senza tradire la scrittura ma lavorando su qualcosa di piccolo, originale, che mi ha riempito le poche sere a disposizione di questi lunghissimi mesi invernali e primaverili.

Giusto, non vi ho detto la cosa più importante: dalla prossima settimana Fiori d’acciaio vi terrà compagnia per ben ventisette settimane.
Che ne dite, sarò all’altezza della situazione?

Indice

Three colours, three things 
9 things in white 9 things in red 9 things in black
1. Abito da sposa 10. Rubino 19. Notte
2. Neve 11. Sangue 20. Tunnel
3. Fantasma 12. Fragole 21. Inchiostro
4. Fogli di carta 13. Fuoco 22. Gatto
5. Nuvole 14. Tramonto 23. Soprabito
6. Cocaina 15. Rossetto 24. Pozzo
7. Lenzuola 16. Scarpe 25. Tatuaggio
8. Perle 17. Fiocco 26. Occhiali scuri
9. Panna montata 18. Rosa 27. Mascara

[vc_cta h2=”Vuoi leggere Fiori d’Acciaio?” h4=”Scaricalo: è gratis!” txt_align=”center” style=”flat” color=”mulled-wine”]”Fiori d’acciaio” è una storia breve, che parla di amore come piace a me. Se vuoi leggere la storia di questi disperati personaggi, iscriviti alla newsletter e scarica l’ebook!

[yikes-mailchimp form=”6″]

[/vc_cta]

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIN
Share
Tagged in
There are 13 comments on this post
  1. giugno 07, 2015, 1:31 pm

    Che domande mi fai?
    Sfruttala pure per tutto ciò che vuoi: l’importante è scrivere!

  2. Nocturnia
    giugno 07, 2015, 12:38 pm

    *alza la manina*

    Bellissima idea! Quando ci si concentra molto su un progetto è normale dover evadere ogni tanto, soprattutto perché questo distaccamento permette una visione più “imparziale” e a volte più “fresca” del progetto in questione, e trovo che farlo sfruttando questa tabella di prompt sia stata un’ottima idea!

    Vale prenderla in prestito anche per /eventuali/ fanfiction?

    *porge gelato gigante: mi sto sciogliendo dal caldo!* ♥♥♥♥♥♥♥♥♥

  3. Nocturnia
    giugno 07, 2015, 4:25 pm

    *rimbalza contro le pareti di casa dalla gggioia* ♥♥♥♥♥♥

  4. Gas
    giugno 07, 2015, 6:17 pm

    Mi ci hai messo i Cure <3 <3 <3 <3.

    Ti seguo, likes, rewteet e via discorrendo.

  5. I'm not Valentine
    giugno 08, 2015, 9:49 am

    Ciao! Passo dal tuo blog per la prima volta, grazie alla tua segnalazione su Fare Literature, e incuriosita dal tuo progetto di scrittura. Lo trovo forte! Seguirò le varie puntate, sono proprio curiosa!

  6. giugno 08, 2015, 8:13 pm

    Ovvio, Gas.
    Senza musica non si vive!
    E grazie per i likes, RT e via-discorrendo (ma, soprattutto, per la fiducia!)

  7. giugno 08, 2015, 8:14 pm

    Grazie Valentina, spero che possa essere interessante anche il contenuto.
    Mi farai sapere cosa ne pensi?
    Nel mentre, sai che ti noleggio più che volentieri questi prompt, vero? (^.-)

  8. giugno 09, 2015, 7:00 pm

    Grazie Lisa, ti aspetto alla lettura del primo capitolo venerdì.
    Ci sarai?

  9. giugno 09, 2015, 6:17 pm

    In bocca al lupo per questo tuo nuovo progetto!

  10. giugno 12, 2015, 9:21 am

    Qui si esige leggere.

  11. giugno 12, 2015, 10:48 am

    Il primo capitolo lo trovi dal menu, ha una sezione dedicata.

  12. giugno 30, 2015, 9:15 pm

    Bello! Arrivo in ritardo, ma arrivo… e leggo. 🙂

  13. luglio 02, 2015, 8:32 pm

    Non scappa nulla: è tutto a portata di click! (^^)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, scopri come fare nella cookie policy. Cliccando sul pulsante, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi