Obiettivo: la crescita del business

Business in crescita fuori dalla zona di comfort.

A dicembre mi sono concentrata sul mio planning annuale. Alla fine di un lavoro immane, mi sono sentita felice, organizzata, determinata.

Se siete tra quelli che non credono nell’organizzazione, che sono convinti che basti approssimare che “tanto qualcosa accadrà“, se siete tra quelli del “tutto e subito” o di quelli che “arraffo tutto ciò che mi capita sotto mano, l’importante è fatturare” oppure di quei procrastinatori del “c’è ancora tempo“, questo articolo potrebbe non fare per voi.

Perché?

Perché qui riporto una serie di riflessioni che possono essere d’aiuto a chi ha voglia di prendere in mano carta e penna e investire tempo di qualità in qualcosa che possa davvero migliorare il proprio business nel 2018. Dicembre – tutto – è stato per me il mese della pianificazione, del mettere nero su bianco ciò che voglio e che non voglio fare (no, non voglio editare romanzi; no, non voglio fare loghi).

È stato un mese di appunti, esercizi, letture e riletture delle stesse cose andando a limare i desideri, togliere il superfluo e mantenere l’essenziale, che è un po’ come quando scrivi la prima bozza del tuo romanzo e poi devi iniziare a editare e sfoltire tutto l’eccesso che ci hai messo dentro. Ora ho una visione chiara, anche se perfezionabile.

Tre cose da fare subito

Sulla pianificazione siamo già in ritardo ma è gennaio: tutto è ancora possibile!

  • Organizzazione. Dobbiamo trovare il tempo per noi stessi. La vita non è solo lavoro, ma anche passioni e ozio (creativo). Definiamo i momenti di riposo e relax giornalieri e settimanali. E rispettiamoli. Io mi sono data orari di lavoro, una tabella di marcia per ritagliarmi tempo per i miei romanzi e ho deciso di tornare a studiare recitazione. Dopo anni, ho scelto un’attività artistica che mi ha dato tantissimo e per la quale l’amore non si è mai spento. Coltivate i vostri interessi, non abbandonateli in un angolo e fate in modo che siano linfa vitale per il vostro lavoro.
  • Business model. Va definito, rivisto, modellato ogni sei mesi. Qui trovate un modello da scaricare che può fare al caso vostro, per immaginare come potrà crescere il vostro business.
  • Business plan. A che punto siete? Si parla di numeri, quantità, spese fisse ed entrate.  Se il business model vi offre una visione del vostro progetto da tenere sempre sotto il naso, qui si parla di come può stare in piedi un business. Se non sapete da dove partire, Chi ha paura del business plan di Francesca Marano ed edito da Zandegù può esservi d’aiuto. Volete un articolo veloce che vi spieghi le caratteristiche di un buon business plan? Ecco qui il business plan a modo mio.

14 idee per far crescere il tuo business

Ci sono sfide che possono aiutarci a migliorare la nostra attività imprenditoriale e far crescere il nostro business un poco alla volta. Senza stress, con la dovuta attenzione e cura. Cose che siano nelle nostre corde, che possano farci sentire bene quando le facciamo e che risultino privi di forzature per chi ci segue.

Prodotti & servizi: pensate a…

  • Collaborazioni. Scegliete tre potenziali prodotti, anche gratuiti, da distribuire con tre professioniste differenti di cui amate il lavoro. Le collaborazioni fanno crescere voi e il vostro business.
  • Fare la differenza. Sfruttate la vostra creatività per trovare tre modi alternativi per distinguere i vostri prodotti da quelli dei vostri concorrenti (packaging, ingredienti, tono di voce, modalità di presentazione, offerte). E fatelo in modo straordinario.
  • Una limited Edition. Trovate un vostro prodotto e rendetelo un’edizione limitata. Giocate sulla neccessità di averlo a ogni costo. Come? Rendendolo un prodotto fantastico!
  • I must have. Riproponete un vostro vecchio servizio in una nuova veste e arricchito, con un aumento del prezzo rispetto alla vecchia edizione. Sarà strepitoso e irriconoscibile!
  • Prodotti personalizzati. I prodotti personalizzati fanno sentire i clienti protagonisti. Pensate a un prodotto che potete realizzare su misura per il cliente ideale. E proponetelo.
  • Il vostro target. Lavorate sul target e pensate a come potete fare per ringraziarlo della sua fedeltà verso di voi e i vostri prodotti. Freebies dedicati agli iscritti della newsletter, codici sconto per chi ha già acquistato i vostri prodotti, lanci in esclusiva per chi è un fedelissimo del vostro brand. Siate generosi e grati. 

Comunicazione: pensate a…

  • Qualcosa di strepitoso. Pensate a qualcosa che non avete mai fatto prima per il vostro business e che volete fare per superare voi stessi nel 2018. Un corso dal vivo, un webinar, podcast, una serie di video: lanciatevi e osate! Avete visto Talismano?
  • Testimonial. Cercate tra i vostri clienti quelli che vogliono dire qualcosa sul vostro lavoro e inserite le loro testimonianze nel vostro sito (se utilizzate WordPress, potete utilizzare il plugin Testimonial Rotator).
  • Ascoltare. Prestate ascolto a ciò che vi viene detto. Scrivete una newsletter o un questionario in cui chiedete un feedback ai vostri clienti o potenziali tali. Ascoltate le conversazioni online sui gruppi Facebook, chiedete ad amici e conoscenti e siate ciò di cui hanno bisogno.

Per voi stessi: pensate a…

  • Un investimento. Scegliete un investimento che volete fare nel 2018. Controllate e verificate corsi online (gratuiti e non) e workshop che si terranno in Italia durante l’anno. Decidete di investire su voi stessi e di implementare le vostre skills. Se desiderate realizzare grafiche di qualità e vi ostinate a utilizzare Canva regalatevi un corso di Photoshop. Sfruttate le potenzialità della rete e rendetevi autonomi staccandovi da tool che prima o poi potrebbero chiudere i battenti lasciandovi in difficoltà. Cercate di essere trasversali, in modo da poter ampliare le vostre conoscenze.
  • Specializzazione. Specializzatevi e focalizzatevi su una tipologia di clienti specifica. Settorializzate, cercate dove potete trovare il vostro target e come, e riducente il campo di azione. Chi vi cerca è perché vuole uno specialista che conosce i suoi problemi, non un consulente generico.
  • I vostri limiti. Ci sono dei limiti e, di solito, cerchiamo di superarli. Possiamo però decidere di essere i più economici, i più rapidi, i più lenti, i più efficienti, i più motivazionali… se c’è un limite adatto al vostro prodotto, sperimentatelo.
  • Siate ciò che manca. Studiate la vostra concorrenza e fate qualcosa in più. Aggiungete qualcosa ai vostri prodotti che vi renda unici. O, quanto meno, i primi.
  • Siate internazionali. Lavorate con lo sguardo rivolto all’estero. Sia quando cercherete corsi online che blog di settore, guardate ciò che viene detto (e fatto) fuori dall’Italia. Ci sono moltissimi blogger che hanno idee migliori delle nostre, che attivano corsi online completi, forti, inediti e impensabili da poter seguire (e realizzare) nel nostro Paese.

Pensate a queste possibilità come le ramificazioni di una grande, bellissima storia di cui siete i protagonisti: quale sarà la vostra scelta per cambiare il mondo del vostro brand?

 

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
Share
Tagged in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, scopri come fare nella cookie policy. Cliccando sul pulsante, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi