La Felicità si Sceglie

Tratto da storie vere di uomini e donne audaci.

A Bedonia, alla Trattoria Vecchio Mulino, si mangia bene. Ma non è solo la cucina, a essere speciale. Il proprietario, Gino, ha un ‪‎sogno‬, un sogno grande, e ti ci trasporta dentro. Ti racconta gli inizi, di quel terreno su cui restavano in piedi quattro ruderi malfermi. Di 40 anni spesi a raccogliere e impilare mattoni, a ricercare piante per creare un giardino da favola, di quelli in cui ti aspetti di veder spuntare una fata da dietro le rocce; di quelli in cui vivere giorni felici e ricordi che saranno importanti. Tra dieci anni mi ricorderò ancora di quest’uomo dall’accento ligure, i baffi bianchi e la panciotta in mostra tra le bretelle. Mi ricorderò dei suoi 76 anni portati con orgoglio, della fierezza per ciò che sta costruendo, dello scopo che spinge avanti una vita, della passione che ne illumina lo sguardo azzurro e limpido.
Lo ricorderò come un’Ispirazione.

È questa la vita che sognavo?

Michela, su Facebook, si è chiesta come mai molte persone si limitano a sognare, senza fare nulla per trasformare i sogni in realtà. Non so se sia pigrizia, se si tratta di doversi mettere in gioco e avere una spinta che muove tutto: passione, volontà, desiderio, costanza, dedizione.

Mi chiedo se il cambiamento ce l’abbiamo dentro e se sta lì silenzioso in attesa di uscire al momento propizio o se invece sia imbavagliato da qualche parte e riesca a spingersi all’esterno solo quando qualcosa fa click. O crack.

Un sacco di persone dicono di voler cambiare, poi non cambiano mai. Non sanno come fare, cosa vogliono, perché dovrebbero farlo. La verità è che non decidi di cambiare, lo fai e basta. Ci siamo arresi e accontentati per troppo tempo. Ecco cosa accade quando qualcosa fa click: smetti di accettare passivamente ciò che eri e hai.

Ci sono uomini straordinari come il signor Gino. Come Michela, un fuoco di passione per il proprio lavoro con l’energia pazzesca della positività granitica, forte, faticamente conquistata. Come Rita Carla Francesca Monticelli e Judy, aderenti a sé stesse e determinate nell’essere indipendenti, autonome come pensiero a discapito del miraggio della conquista facile. Come Joy Mangano, che contro tutto e tutti combatte per il suo sogno. Con determinazione, ferma nella certezza di quell’idea che sa essere unica. Come Beatrice e Donatella, protagoniste de La Pazza Gioia, che ricercano solo un po’ di felicità in un tramezzino e una corsa verso la Libertà. Come Paola, che crede nel potenziale di ognuno e lo tira fuori con le unghie e con i denti, che con dolcezza e fermezza ti conduce per mano alla ricerca dei tuoi talenti, della tua incommensurabile forza. Come Sonia, Simona, Ely Sunday Siyabi, che hanno lasciato tutto ciò che avevano di sicuro per quella che è una vocazione: la Felicità, affaticante e soddisfacente. Il mondo è pieno di uomini e donne straordinari, persone che continuamente si mettono alla prova, lavorano su sé stesse anziché farsi andare bene (o male) gli altri. Le riconosci: sorridono con gli occhi, non arretrano mai. A volte sembrano granitiche, rigide nella loro posizione acquistata con tanta fatica. Hanno sempre una parola buona, un incoraggiamento, una critica costruttiva che non ferisce, la voglia di condividere. Parlano tanto, non hanno paura di raccontarsi e guardare indietro per dirsi, soddisfatte, che il futuro sarà ancora meglio del presente. Voglio essere una di loro. Una persona che può essere d’ispirazione agli altri, così come tante – tantissime – negli ultimi mesi lo sono diventate per me. È come se dovessi restituire ciò che gli altri mi hanno dato, rimettere in circolo la stessa energia, la stessa forza, la stessa voglia di fare e di migliorarmi.

La vita che sognavo era da favola, fatta di principi e principesse, storie d’amore a lieto fine e fate madrine benevole. Negli ultimi mesi ho smesso di sognare e ho deciso di fare: abbandonare i sogni in un cassetto è peccato mortale.

Potete leggere il guest post che ho scritto per Paola Fantini qui sotto.

STORIEDICOACHING.COM

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Tagged in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, scopri come fare nella cookie policy. Cliccando sul pulsante, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi