La ruota dell’anno per ispirare il tuo business

Seguire il ciclo delle stagioni per un business sostenibile e ricco di magia.

La ruota dell’anno per il business

La ruota dell’anno ti invita a seguire il ritmo delle stagioni per un business ricco di ispirazione, allineato con le energie del momento.

La ruota dell’anno è presente in ogni cultura: dallo sciamanesimo nepalese al paganesimo celtico, passando per la tradizione cattolica, le celebrazioni che scandiscono lo scorrere delle stagioni fanno parte di ogni tradizione spirituale. A volte con nomi differenti da quelli più comunemente utilizzati -come nel caso dello sciamanesimo nepalese, appunto – ma pur sempre vivi nel loro simbolismo e nella forza dell’energia che conducono a noi.

Seguire la ruota dell’anno anche nel tuo business ti permette di allinearti al ritmo delle stagioni, a essere connessa con i cicli naturali e con la tua interiorità. Viviamo in un periodo storico in cui è difficile godere della quiete e del silenzio durante il periodo natalizio, dove l’energia del momento ci richiama al raccoglimento e il mondo esterno ci vuole pronte a fare baldoria. Seguire la ciclicità della natura ci permette di riconnetterci con noi stesse, con una parte profonda e saggia che rispetta i nostri tempi, i nostri ritmi, che non permette ad altri di gestire il nostro flusso energetico e creativo, imparando invece a conoscere in che modo funzioniamo a seconda delle influenze che gli spicchi della ruota hanno su di noi.

Come celebrare la ruota dell’anno nel business

Le festività della ruota dell’anno scandiscono i ritmi di vita-morte-rinascita attraverso la vita dei campi e del bestiame. Poche di noi oggi hanno questo collegamento con la Natura, ma possiamo riconoscere il susseguirsi delle stagioni osservando il colore del cielo e la densità della luce, il ciclo di vita della natura che ci circonda – dalle piante del terrazzo a quelle che incorniciano i viali della città – e quello dei nostri amici a quattro zampe.

Poco a poco, prestando attenzione ai dettagli esterni, riusciamo ad ascoltare i messaggi del nostro corpo, della nostra energia mentale, creativa e spirituale che variano a seconda degli influssi astrologici dei pianeti (se ci credi) ma anche a seconda delle stagioni che si rincorrono durante l’anno solare.

Quali sono le festività della ruota dell’anno

La ruota dell’anno può variare a seconda della tradizione. Per esempio, nello sciamanesimo nepalese si segue un calendario lunare per stabilire le diverse festività induiste e buddhiste, in aggiunta a quelle che celebrano invece i passaggi degli equinozi e dei solstizi.

Il calendario della ruota a cui faccio riferimento per le celebrazioni legate ai passaggi dell’anno è quello pagano celtico, composto da quattro feste radicate in questa cultura (riprese poi dalla tradizione cattolica) e quattro feste legate alla posizione del sole.

Le quattro feste legate alla tradizione pagana:

  • Imbolc (ovvero la festa della Candelora nella tradizione cattolica)
  • Beltane (la festa del primo maggio)
  • Lughnasadh (la festa del primo agosto)
  • Samhain (il giorno di Ognissanti e dei morti)

Le quattro feste legate al sole:

  • Ostara (equinozio di primavera)
  • Litha (solstizio d’estate)
  • Mabon (equinozio d’autunno)
  • Yule (solstizio d’inverno)

Significati simbolici delle festività della Ruota dell’anno

Sei pronta a tuffarti insieme a me in questo magico viaggio alla scoperta delle tradizioni principali legate a queste festività?

  • Samhain (31 ottobre – 1 novembre). In questa giornata si celebra il capodanno celtico. È il momento dell’ultimo raccolto e in cui il velo tra il mondo dei vivi e quello dei morti (ma, più in generale, del mondo invisibile) si assottiglia. Samhain è anche conosciuto come All Hallows Eve, Halloween, Dia de Los Muertos in Messico ed è stato sincretizzato nel cattolicesimo nella giornata di Ognissanti e dei Morti. È un momento di passaggio, dove la natura inizia a riposare per rinascere in primavera. È un momento adatto alla pianificazione, alla scelta degli obiettivi da raggiungere, delle cose da lasciare andare e quelle da portare con te nel nuovo anno. Questo è il momento in cui onorare i tuoi antenati e le tue radici.
  • Yule (20 – 21 dicembre). Yule è la notte più lunga dell’anno: il solstizio d’inverno. Da questo momento in poi, ogni giorno sino alla primavera (e poi all’estate), le ore di luce si sommano e riducono quelle di tenebra. È il momento della neve, un momento di riposo e introspezione.
  • Imbolc (2 febbraio). Una delle festività dedicate al fuoco e alla Dea Brigid, dea del fuoco e dell’ispirazione. È un momento di introspezione, dedicato alla crescita e allo sviluppo personali. Imbolc sancisce ufficialmente un nuovo inizio. La Natura, anche se in modo impercettibile, inizia a destarsi. È ufficialmente la festa della luce che cresce, dell’ispirazione e della creatività, della purificazione per aprirci al cambiamento.
  • Ostara (20 – 23 marzo). L’equinozio di primavera sancisce l’equilibrio tra le ore di luce e quelle di tenebra. È il momento nel quale la Natura manifesta il suo risveglio e, come lei, iniziamo ad avere intuizioni, a mettere le mani in pasta di nuovi progetti. Ostara è la festa dedicata alla nascita, alla transizione e alla fertilità.
  • Beltane (30 aprile – 1° maggio). In questa festa dedicata all’unione del maschile e del femminile – rappresentata dall’incontro tra il Dio e la Dea – si festeggiano l’estasi, la protezione della famiglia e del raccolto, la prosperità. A Beltane si accendono falò e, infatti, è un’altra delle festività legate al fuoco all’interno della ruota dell’anno, questo perché il fuoco purifica e tiene lontani i nemici, illuminando la notte.
  • Litha (21 – 22 giugno). Solstizio d’estate e festa di Mezza Estate, Litha – che si avvicina alla Notte di San Giovanni – è una festività dedicata all’adorazione delle acque sacre. Litha segna la fine della stagione della semina e, da questo giorno in poi, le ore di luce diventeranno sempre più brevi. È un momento adatto al lavoro sull’amore, la creatività, la crescita, la gioia e l’empowerment.
  • Lughnasadh/Lammas (31 luglio – 1 agosto). Festività del raccolto per eccellenza, è la festa dell’abbondanza e della prosperità. Si celebrano la gratitudine, il rinnovamento, il potere del dono e la raccolta di ciò che hai seminato.
  • Mabon (20 – 21 settembre). Mabon annuncia ufficialmente l’arrivo dell’autunno. È un momento di bilanci, di gratitudine, di lavoro con le proprie zone d’ombra e la preparazione per l’inverno.

Celebra la ruota dell’anno nel tuo business

A ogni corrispondenza della ruota, ho dedicato un articolo di approfondimento che puoi trovare sul blog. Puoi leggere gli approfondimenti e, se lo preferisci, puoi focalizzarti sulla parola chiave che ho scelto per ogni sabba e scrivere le tue riflessioni in merito al significato che quella parola ha per te, in questo momento del tuo business.

Amo il journaling sia come strumento di crescita personale che per il business.

  • Samhain. La tua parola guida per questo periodo è “radici“.
  • Yule.La tua parola guida per questo periodo è “riposo”.
  • Imbolc. La tua parola guida per questo periodo è “ispirazione“.
  • Ostara.La tua parola guida per questo periodo è “rito di passaggio”.
  • Beltane.La tua parola guida per questo periodo è “abbondanza”.
  • Litha.La tua parola guida per questo periodo è “sacralità“.
  • Lughnasadh/Lammas.La tua parola guida per questo periodo è “raccolto“.
  • Mabon. La tua parola guida per questo periodo è “gratitudine“.

Con il mio magico workbook, Seasonal Business plan, fai il pieno di ispirazione per i prossimi 12 mesi. Allinea la tua attività – e te stessa – ai ritmi della Natura, per riconnetterti con la sua antica saggezza.

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Tagged in
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]