Visionarie

Il laboratorio di gruppo di libroterapia umanistica dedicato alla distopia.

Tutte le storie ambientate nel futuro in realtà parlano del presente.

- Margaret Atwood

6 mesi, 5 libri del genere distopico per reinventare il futuro.

Sei in un momento in cui desideri allontanarti dalle letture confortevoli a cui sei abituata per esplorare qualcosa che non hai mai letto prima.
Pensi che la distopia sia un genere che ha poco da offrire ormai, come se – autori e autrici che ne hanno scritto – siano stati più dei veggenti che dei veri scrittori. Dopotutto, non siamo troppo lontani dallo scenario di 1984 di George Orwell, no? E, quante volte, abbiamo citato Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood per denunciare la mancanza di libertà di scelta della donna o per commentare fatti di cronaca?

Margaret Atwood, in un’intervista, ha dichiarato

chiedi a uno scrittore di fantascienza di inventarsi qualcosa.
E, poco dopo, qualcuno vorrà metterlo in pratica.

 

La distopia nasce da un’acuta osservazione della realtà presente, e risponde alla domanda “e se…?”
Per questo è un genere letterario che nonostante sembri obsoleto e ripetitivo nello schema narrativo, ci permette di affrontare temi attuali e paure ataviche da un punto di osservazione privilegiato: quello di chi ha saputo precorrere i tempi, leggere i segnali di un cambiamento epocale decenni prima che si avverasse.
Sembra quasi un super potere, vero?

Con il laboratorio Visionarie lo evocheremo e lo alleneremo, lettura dopo lettura, per permetterti di guardare il mondo presente e allenarti a fare previsioni.
Il futuro del mondo riguarda anche te, il tuo stile di vita, il tuo lavoro, il luogo in cui vivi.
Non sarebbe fantastico poter fare un viaggio nel futuro e immaginare cosa accadrebbe se ti trovassi catapultata in una realtà diversa dalla tua, e il tuo obiettivo sia vivere o, peggio, sopravvivere? Quali ideali e valori guiderebbero le tue scelte?

Visionarie è un laboratorio di libroterapia umanistica che somiglia a un gioco di realtà aumentata, o a un videogame survival horror.
L’ho creato per te, perché tu possa allenarti a navigare con sicurezza tra gli imprevisti, a scorgere nel presente i segnali di cambiamento del futuro e farti trovare pronta, con un piano B sempre a portata di mano. Immaginare il futuro ti permette di amplificare la forza del presente, e la direzione che vuoi dargli.
Visionarie è un percorso di gruppo in cui affronteremo diverse possibilità di futuro, tutte più vicine alla concretizzazione di quanto pensiamo. Esploreremo attraverso le letture i grandi temi della distopia: politica, scienza, tecnologia, religione, ambiente.

Cercheremo di capire, tra emozioni e sensorialità, in che modo le letture agiscono dentro di noi. Lo faremo imparando a riconoscere nel presente i presagi del futuro. Totalitarismi, esperimenti scientifici, intelligenze artificiali, guerre di religione, epidemie, conflitti nucleari, catastrofi ambientali: sono questi gli indiscussi protagonisti della distopia.

Leggeremo romanzi contemporanei, per ricordarci che - ancora oggi - la letteratura distopica può parlarci in modo profondo e permetterci di affrontare la paura del domani con il coraggio di chi, quel domani, l’ha già vissuto.

«Ho dovuto riorganizzare i loro volti
E dare a tutti un altro nome
In questo momento non riesco a leggere molto bene
Non mandarmi più lettere
No, a meno che tu non le spedisca per posta
da Desolation Row.»

- Bob Dylan

Visionarie per te significa

  • Scoprire la letteratura distopica attraverso i suoi temi principali.
  • Leggere romanzi distopici contemporanei.
  • Avere uno spazio di riflessioni su temi di attualità, senza giudizio ma con il desiderio di farci domande per allargare il nostro orizzonte di pensiero critico.
  • Avere esercizi per consolidare la relazione con le letture e farle tue. Saranno esercizi di journaling e creativi che ripercorreranno le tematiche trattate all'interno degli incontri di gruppo, del tutto facoltativi.
  • Una serie di esercizi specifici durante gli incontri di gruppo che ti permetteranno di viaggiare nel futuro scoprendo risorse di problem solving, adattamento e immaginazione che non credevi di possedere. E che potrai portare nella tua quotidianità. Te l’ho detto che sembrerà di essere in un gioco di realtà aumentata, no?
  • Apprendere un nuovo metodo di lettura, fatto di lentezza e profondità.
  • Iniziare a farti domande che ti permettano di indagare te stessa con il filtro della lettura e scoprire qualcosa di più di te stessa. 
  • Condividere il tuo viaggio personale con il gruppo.
  • Confrontarti con il gruppo sulle letture e arricchirti dello scambio grazie al potere della condivisione.
  • Toccare le sensazioni di angoscia e smarrimento della distopia con una guida che ti aiuti a comprendere da dove nascono. E scoprire in che modo riaffiora la speranza.
  • Lasciarti ispirare dalle storie lette e dalle condivisioni.
  • Dedicare tempo a te stessa, chiudendo tutto il mondo (e il lavoro) fuori.
Scorgere nel presente
i segnali del futuro.

Laboratori di libroterapia Horror Creature - Alessia Savi Alchimia Della Parola

La mappa della distopia

Perché il genere distopico?

Perché ci permette di esplorare attraverso romanzi di grande attualità la paura di un futuro che, spesso, sembra già stato visitato dagli autori e dalle autrici che ne sono stati i portavoce. Davanti a fatti di cronaca, alle notizie di una Terra sempre più prosciugata e depredata dalle sue risorse, al consumismo sfrenato, alla rabbia e alla violenza, ci sentiamo spesso inermi. Cosa accadrebbe, se potessi sbirciare il futuro e pensare oggi cosa ne sarebbe della tua vita domani? Sarà questa la domanda che ci guiderà, tappa dopo tappa, per permetterti di allenarti al problem solving, alla fluidità, al pensiero critico. La distopia, grazie agli esercizi di simulazione che faremo insieme, ti aiuterà a calarti in contesti difficili e distanti dal tuo presente per esplorare nuove situazioni e allenarti all’adattabilità. Il nostro viaggio inizierà, ancora una volta, nell'antica Grecia, guidate dal mito.

Quali libri leggeremo?

Romanzi di genere distopico contemporanei, che arrivano da diverse parti del mondo. Ho scelto autori e autrici che spesso restano ai margini del panorama editoriale ma non per questo meno potenti nella propria espressione. Desidero che il percorso sia sostenibile e che, al contempo, tu possa avere spazio per portare avanti anche altre letture. Per questo motivo verrà proposto un solo libro al mese come lettura di discussione per il confronto con il gruppo. Per il percorso di Visionarie ho pensato a romanzi piuttosto brevi, di una lunghezza media che va dalle 180 alle 300 pagine.

Il libro su cui lavoreremo per il mese successivo verrà svelato al termine di ogni incontro. Questo mi permetterà anche di modificare le letture durante il percorso per rendere il laboratorio il più aderente possibile all'identità del gruppo.
Non riceverai quindi la bibliografia in anticipo perché, dopo tutto, adoro l'effetto sorpresa e quel momento magico alla fine di ogni nostro appuntamento in cui svelo la nostra prossima lettura.

Quali esercizi ci saranno?

Esercizi di journaling, per indagare i temi esplorati durante il laboratorio di gruppo, ma in autonomia. E il visual diary. Se non sai cos'è, lo scoprirai durante il nostro primo incontro. Entrambi gli strumenti sono facoltativi, e potrai utilizzarli per amplificare l'esperienza del percorso e creare una nuova relazione con la lettura.

In più, una parte dell’incontro di gruppo sarà dedicata a una simulazione che ti aiuterà a calarti all’interno dell’atmosfera del romanzo e diventarne la protagonista. Vestendo i tuoi panni del presente.

Come funziona Visionarie

Visionarie è un percorso di gruppo online. Ci incontreremo una volta al mese nella nostra classe su Zoom dove affronteremo il genere distopico insieme.

Il percorso prevede 6 incontri della durata di un’ora e mezza ciascuno. 

Il primo incontro sarà introduttivo. Ci conosceremo, esploreremo la mappa del nostro cammino, comprenderemo insieme cosa significa leggere con il metodo libroterapico. Al termine del primo incontro, verrà assegnata la prima lettura.

I successivi 5 incontri saranno di confronto sulle letture proposte.

Ogni incontro verrà registrato e sarà disponibile all’interno dell’Academy per essere rivisto ogni volta che lo vorrai. Le registrazioni e gli  saranno disponibili sino alla fine del percorso.

Al termine di ogni lettura, troverai sull’Academy esercizi e ulteriori suggestioni per lasciarti ispirare dal romanzo, del tutto facoltativi.

«Sei così sognatore
Da volere cambiare il mondo?
Io starò sempre a casa
Dove due più due fa sempre cinque
È la strada del Diavolo ora
Non c’è via d’uscita
Puoi urlare e puoi gridare
È troppo tardi ormai».
- Radiohead
ISCRIVITI A VISIONARIE
Per riscoprirsi
nelle storie degli altri.

Date degli incontri 2024

Il percorso prevede 6 incontri della durata di un’ora e mezza ciascuno. Ci vedremo su Zoom e riceverai sempre la registrazione del laboratorio.

  • Lunedì 25 marzo ore 20, incontro introduttivo
  • Lunedì 29 aprile ore 20
  • Lunedì 27 maggio ore 20
  • Lunedì 24 giugno ore 20
  • Lunedì 22 luglio ore 20
  • Lunedì 26 agosto ore 20

Quanto costa Visionarie?

Il prezzo di Visionarie è di 300 euro, per 6 mesi di letture e incontri insieme, compreso l'accesso alla mia Academy per avere, mese dopo mese, gli esercizi per lavorare in autonomia sulle letture proposte.

Amo i gruppi intimi, nei quali guardarsi negli occhi e ascoltare il linguaggio del corpo. Per questo motivo i posti disponibili per Visionarie sono solo 8. 

Puoi pagare il percorso tramite Paypal, in un'unica soluzione o in 3 rate mensili.
Accedi alla pagina di acquisto e scegli l'opzione di pagamento più sostenibile per te.

IMMAGINA UN NUOVO FUTURO

Vuoi incontrare il tuo futuro?

Se vuoi iniziare questo viaggio insieme, scrivimi.
Di una cosa sono certa: quando sarà finito, né tu né io saremo più le stesse.

Se desideri avermi a un tuo evento per parlare di letteratura o per tenere laboratori e workshop nella tua libreria, con i tuoi studenti o nella tua azienda, raccontami la tua idea. Progetteremo insieme il percorso perfetto per te. 

Scrivimi.
Sono qui per te.

FAQ - Domande frequenti

Sei una psicologa?

No, ma sono Facilitatrice in Libroterapia Umanistica. Mi sono formata con un percorso personalizzato con la Dottoressa Rachele Bindi, Psicologa e Psicoterapeuta Junghiana, Libroterapeuta, formatrice e fondatrice del portale Libroterapia.net.

Per essere Facilitatori in Libroterapia non è necessario essere psicologi. La figura del Facilitatore è una figura di riferimento nell'ambito educativo e umanistico dell'applicazione del metodo libroterapico, finalizzato alla crescita personale e all'empowerment. Viene invece utilizzato in ambito clinico da psicologi e psicoterapeuti con una finalità terapeutica.

Il lavoro insieme a me, dunque, non costituisce in alcun modo attività terapeutica.

La parola "terapia" deriva dal greco antico "therapeia" che significa "servizio, culto; cura, trattamento".
In genere utilizzata in campo medico, in un contesto generico assume il significato di "avere cura", di supporto, non di guarigione. Ed è l'accezione su cui si muove la libroterapia umanistica: un sostegno alla crescita personale.

Che strumenti utilizzi nei tuoi laboratori?
  • Il metodo Libroterapico che ho appreso durante la mia formazione con Rachele Bindi.
  • Componente e contestualizzazione culturale e archetipica dei romanzi letti.
  • La scrittura creativa.
  • Archetipi, narratologia e mitologema.
  • Strumenti creativi e intuitivi come le carte oracolo.
  • Dialogo e approccio filosofico.
Cosa c’entra la libroterapia con te e il tuo lavoro?

La libroterapia umanistica è lo strumento che ho scelto per aiutarti a lavorare sulla tua crescita personale, per indagarti attraverso le pagine dei romanzi che leggeremo insieme. Nei miei miei laboratori di libroterapia umanistica seguiamo un filo conduttore tematico che ci guida da una tappa all’altra, senza forzature. Grazie alla lettura e alla scrittura creativa intraprenderemo insieme percorsi dedicati al sostegno e allo sviluppo dell'empowerment femminile.

Proponi anche percorsi personalizzati? Non so se il gruppo fa per me.

Penso che per i percorsi di Libroterapia la dinamica gruppale sia la più efficace e arricchente, sia per i partecipanti che per me. I gruppi saranno intimi e di piccole dimensioni, per offrire accoglienza e senso di appartenenza a tutte le partecipanti, dove ognuno possa trovare il proprio spazio. Se vuoi una bibliografia personalizzata o un percorso individuale, puoi contattare Chiara Sinchetto, Facilitatrice in Libroterapia Umanistica. Se invece vuoi avvalerti di un supporto clinico, puoi contattare Rachele Bindi, Psicologa e Psicoterapeuta Junghiana.

Che cos’è la libroterapia?
La libroterapia è una metodologia con cui il lettore viene guidato a leggere sé stesso e la realtà che lo circonda attraverso il filtro delle letture proposte.
Nel prezzo del percorso sono compresi anche i libri?
Cerco sempre libri in catalogo per i nostri percorsi. Potrai decidere di leggere con il supporto che preferisci: digitale o cartaceo, acquistato o preso in prestito in biblioteca. Puoi esplorare anche il second hand, per esempio acquistando libri usati su Vinted. Qualsiasi sia la tua scelta, dovrai procurarti in autonomia i romanzi per le nostre letture.
Com’è strutturato un laboratorio di libroterapia?

I laboratori di libroterapia umanistica sono percorsi tematici, di natura umanistico-educativa che seguono una metodologia di conduzione del gruppo (o individuale). L'obiettivo è quello di imparare a leggere sé stessi con la guida del Facilitatore o dello Psicoterapeuta. Nella libroterapia non si parla di come è scritto un libro, se è bello o brutto, ma si parla di quello che ci lascia dentro, di quello che ci muove tra le pagine, di quello che ci ha fatto scoprire di noi stesse. I libri hanno la capacità di essere lenti magiche con cui osservare il mondo senza spaventarci troppo. Anche se abbiamo appena chiuso, con la tremarella, l’ultimo romanzo di Stephen King. Durante i laboratori esploreremo le letture attraverso la componente e la contestualizzazione culturale, simbolica e archetipica dei romanzi. In nostro aiuto giungeranno archetipi, narratologia, mitologema, intuito e creatività.

Che libri proporrai?

Ho scelto di non proporre in via preventiva la bibliografia sia per lasciarvi con una piacevole sorpresa alla fine di ogni incontro, ma anche per poter modulare il percorso sull'energia del gruppo e delle partecipanti.

Sono una lettrice che ama il fantastico, il soprannaturale, l’horror, le distopie e le storie con personaggi che lasciano il segno. Le storie che proporrò avranno sempre almeno uno di questi ingredienti. Sono una lettrice esigente, non mi fermo mai all'ultima uscita ma scavo negli archivi delle case editrici alla ricerca dei libri migliori per comporre le tappe dei percorsi immaginari che ho scelto di creare.

In Visionarie potrai trovare libri del genere distopico (a volte con un’incursione nella fantascienza) ma sappi che, forse, non saranno come te li aspetti.

Qual è il tuo elisir segreto?

Scopri i punti di forza del tuo stile di marketing, diventa riconoscibile per essere indimenticabile. Rispondi al quiz gratuito e riceverai un piano d’azione per creare con gioia e passione un business fiorente.

Fai il quiz

Sono Alessia, digital strategist e facilitatrice in libroterapia umanistica. Mi occupo di strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Dove al centro, ci sei tu.

© 2015-2024 Alessia Savi ▲ Alchimia della Parola, Digital Strategist a Parma e online - Strategie di Comunicazione e Web Marketing per donne freelance | P.IVA 02840860346 | Privacy Policy & Cookie Policy | Dream Team ♥ Web Design Miel Café Design | Foto Giui Russo | Brand Identity & Illustration Officine Oniriche | SEO La Scribacchina | Consulenza legale Veronica Scaletta | Testi – Me medesima
magnifiercrossmenuchevron-down