Cose (e persone) che amo.

Programmi gratuiti per migliorare l’organizzazione

Qui trovi una lista di programmi che ti aiutano a migliorare la tua organizzazione.

  • Google Drive. Il cloud di Google. Ti permette di salvare al suo interno qualsiasi tipo di file. Grazie a un sistema simile a quello della suite di Microsoft Office puoi condividere fogli di calcolo e fogli testuali e, se li condividi con le tue clienti o il tuo team, potete lavorare sullo stesso documento con estrema facilità in tempo reale o in differita.
  • LastPass. Un tool per chi continua a dimenticare le proprie password e perdere tanto, troppo tempo nel loro recupero.
  • Toggl. Un tool online ti permette di tracciare il tempo sia dei progetti dei miei clienti che quello dedicato alle varie attività del mio business. Non spreco tempo sui social, sono super focalizzata e produttiva. E imparo a capire quali servizi sono reddittizi e quali no.
  • Trello. Un programma per la gestione di progetti condivisi, in cui tenere traccia dei progressi fatti, spuntare task e to do list, tenere sotto controllo le date di consegna. E con Trello, con la funzione calendario, puoi lavorare anche sul calendario editoriale del tuo business.
  • Zoom. Un programma di videochiamata migliore di Skype. Con Zoom puoi registrare le videochiamate, tenere webinar e video conferenze in aule virtuali anche di 100 persone.
  • Wallet. Un’app disponibile per Android per tenere traccia delle tue entrate e delle tue uscite. Puoi condividere il tuo budget con quello dei famigliari e diventare bravissima nella gestione del tuo flusso di cassa.

Strumenti per la creazione di contenuti

  • AnswerThePublic. Per aiutarti a trovare le parole chiave e i sinonimi legati a un determinato argomento di cui vuoi scrivere. Risponde alle 5W giornalistiche (Chi, Cosa, Come, Quando e Perché) e ti aiuta a migliorare i tuoi contenuti rendendoli più completi.
  • Canva. Lo strumento online che ti permette di creare grafiche per il tuo blog, per i tuo social, le tue brochure, le tue slide e persino per i tuoi ebook. Se non sai nulla di grafica, sei salva! E migliorerà anche la tua strategia di visual marketing.
  • CoSchedule title analyzer. Uno strumento online che ti aiuta a capire come migliorare i titoli dei tuoi blog post. Il tool è in inglese ma funziona anche con titoli in lingua italiana.
  • Feedly. Ti aiuta a raccogliere in un unico posto tutti gli articoli degli autori che ami di più per andarli a leggere appena hai un attimo di tempo. È il mio aggregatore di contenuti preferito e mi aiuta a lavorare nella fase di listening.
  • Unsplash. La mia risorsa preferita per trovare immagini online gratuite e con licenza Creative Commons da utilizzare nella tua comunicazione.

Strumenti per la gestione dei Social Network

  • Hootsuite. Un tool online che ti permette di programmare i tuoi post sui social con anticipo, in modo da non essere schiava dei social network.
  • Preview. Sempre per aiutarti nella gestione del tuo profilo Instagram, ti permette di avere un’anteprima del tuo feed prima di pubblicare le tue fotografie.
  • VSCOCam. Per la postproduzione delle fotografie per il tuo profilo Instagram.
  • Unfollow. Un’app che ti aiuta a tenere pulito il tuo account Instagram.

Strumenti per l’analisi e il monitoraggio SEO

  • Google Analytics. Lo strumento gratuito di Google che ti permette di monitorare e analizzare il traffico sul tuo sito web.
  • Google Webmaster Tool. Lo strumento gratuito di Google che ti permette di analizzare problemi di indiciazzazione delle tue pagine, i contenuti più letti, il traffico di ricerca che arriva sul tuo sito web.
  • Google KeyWord Planner. Per fare ricerca delle parole chiave con Google. Occorre registrarsi per le campagne di Ads di Google.
  • Screaming Frog. Uno strumento freemium (sino a 500 pagine la scansione è gratuita) che ti permette di scansionare il tuo sito web e ti restituisce molte informazioni tecniche, come le URL di cui è composto, i titoli di pagina, le pagine non indicizzate e gli errori di redirection.
  • SEOZoom. La suite tutta italiana per fare attività SEO. Ti permette di monitorare keyword e competitor, di analizzare eventuali errori di scansione delle pagine da parte di Google. Tutto quello che ti serve per fare SEO, si trova qui.
  • UberSuggest. Uno strumento per la ricerca delle parole chiave potentissimo, che ti aiuta a trovare le parole chiave e il relativo traffico di ricerca mensile su Google.