Trova idee per creare contenuti utili per il tuo pubblico con gli operatori di Google

Crea contenuti ricchi di ispirazione e utili per il tuo pubblico senza sforzo con gli operatori di ricerca di Google.

Sai che amo definire la SEO intuitiva e umanistica, perché mette al centro della creazione del contenuto un’esigenza dell’utente, una sua interrogazione ai motori di ricerca.

Il miglior alleato per chi lavora con la SEO è Google.

Puoi infatti lavorare con i suggerimenti e la compilazione automatica presenti nella barra di ricerca, alle ricerche correlate proposte a fondo pagina e, ovviamente, il numero di risultati di ricerca che ottieni per ogni ricerca fatta.

Non tutti sanno che quando fai una ricerca su Google puoi utilizzare alcuni operatori logici (ovvero dei segni logici, proprio come quelli che hai studiato in matematica) che ti permettono di estrapolare informazioni molto preziose per migliorare il tuo sito web e i tuoi contenuti.

Di seguito trovi un elenco di operatori logici e la loro finalità. Provali e tieni traccia di tutti i risultati su un file in Excel o, se preferisci, su un quaderno. Ti serviranno per capire quali contenuti creare e come migliorare la tua strategia di web content marketing.

Gli operatori di Google per analizzare il tuo sito web

Questi operatori servono per monitorare lo stato di indicizzazione del tuo sito web.

Tieni accanto a te carta e penna durante la ricerca e annota tutto ciò che hai trovato.

Nella barra di ricerca di Google, puoi inserire questi operatori. Ricorda di sostituire “tuosito.it” con l’url del tuo sito web o le ricerche non funzioneranno.

  • site:tuosito.it restituisce tutte le pagine indicizzate del tuo sito web. Se hai un sito in WordPress, nella bacheca trovi una sezione “In sintesi”. Controlla il numero di articoli e il numero di pagine e sommalo. Prendi questo risultato e confrontalo con le pagine indicizzate da Google (trovi il numero totale sotto la barra di ricerca di Google). Ci sono tutte? Quali mancano? Il risultato non è mai perfetto, ma è un buon punto di partenza per capire se il tuo sito è indicizzato oppure no.
  • site:tuosito.it+ parola chiave restituisce le pagine nel sito più rilevanti per quella parola chiave. Ti permette di capire se hai distribuito in modo corretto le tue keyword. Le tue pagine servizi mancano all’appello? Mancano alcuni articoli del blog che hai scritto convinta che avrebbero ottenuto un buon posizionamento? Prendi nota di migliorare i testi aumentando l’utilizzo della parola chiave all’interno dell’articolo e creando link tra gli articoli che parlano di uno stesso argomento.

Attenzione: perché l’operatore funzioni mantieni uno spazio tra il segno + e la tua parola chiave. E non inserire www davanti all’indirizzo del tuo sito web!

  • site:tuosito.it+ inurl:keyword restituisce le pagine nel sito che hanno quella parola chiave nell’URL. Questa verifica ti permette di capire se ci sono pagine con parole chiave duplicate. In caso affermativo, appuntati di cambiare URL di pagina (vedremo come fare nelle prossime lezioni). Questo è un dato che ti verrà rilasciato anche da Search Console, che dovrebbe segnalarti tutti i contenuti duplicati all’interno del tuo sito per descrizione, titolo e URL.

Attenzione: perché l’operatore funzioni mantieni uno spazio tra il segno + e la tua parola chiave. E non inserire www davanti all’indirizzo del tuo sito web!

  • link:tuosito.it trova pagine che rimandano a una pagina specifica. Ti serve per capire quali siti stanno linkando il tuo.
  • related:www.tuosito.it ti permette di trovare tutti i siti simili al tuo (non più di 30). Puoi trovare i tuoi competitor – secondo Google –. Prendi ancora carta e penna e segna chi sono. Se il tuo sito è posizionato con parole chiave legate al tuo business questa attività di analisi ti aiuterà a scoprire chi sono i tuoi competitor, diversamente avrai una lista di siti che parlano di te e che, in qualche modo, sono collegati al tuo sito (per esempio con guest post, interviste o citazioni).
  • intitle:keyword e allintitle:keyword ti servono per trovare pagine su Google che hanno nel titolo determinate parole chiave, per esempio il nome del tuo servizio o di un tuo prodotto. Questa ricerca ti permette di capire lo stato dell’aggiornamento del sito della tua competitor, chi sono le tue competitor secondo Google (e, dunque, secondo le ricerche fatte dagli utenti). Ti aiuta anche a capire quali sono le pagine più rilevanti all’interno del sito web delle tue competitor. Se le loro pagine migliori sono quelle legate ai loro servizi (e le tue sono messe male dal punto di vista del posizionamento) è il momento di correre ai ripari.

Gli operatori di Google per analizzare le tue competitor

Queste analisi ti servono per comprendere quali contenuti delle tue competitor sono meglio posizionati su Google. Tra questi risultati puoi trovar spunti per creare nuovi articoli. Come? Scandaglia i risultati, leggi gli articoli e scrivi articoli più approfonditi su quell’argomento (anche di 1500 – 2000 parole) e aggiornati.

Lavora su testi lunghi e il più possibile completi per sbaragliare la concorrenza e immagina questi articoli come delle vere e proprie guide definitive!

Google, come sai, adora i contenuti evergreen, aggiornati e utilissimi!

Ripeti il procedimento che hai imparato nella lezione precedente, e digita questi operatori nella barra di ricerca di Google.

Nella barra di ricerca di Google, puoi inserire questi operatori. Ricorda di sostituire “sitocompetitor.it” con l’url del sito web della competitor scelta o le ricerche non funzioneranno.

  • site:sitocompetitor.it restituisce tutte le pagine indicizzate per il dominio. Puoi capire con quali contenuti è meglio posizionato il sito dei tuoi competitor. Prendi nota degli argomenti da trattare per posizionarti con le medesime parole chiave grazie a contenuti di qualità più elevata e più completi, arricchiti del tuo personale sguardo. Non si tratta di copiare, ma di portare al massimo la qualità dei tuoi contenuti sulla base del vuoto lasciato dalle tue competitor.
  • related:www.sitocompetitor.it ti permette di trovare tutti i siti che parlano della tua competitor ed, eventualmente, altri siti simili al suo se è stato più bravo di te con l’utilizzo delle parole chiave.
  • info:tuosito.it cerca tutte le informazioni disponibili sul sito web, compresi tutti i canali social e i siti che hanno linkato il tuo.

Le ricerche di mercato sono importanti per il tuo brand e lo stesso vale per arricchire e migliorare la tua strategia di comunicazione e marketing. Quelli che ti ho proposto sono gli operatori più semplici e utili che puoi utilizzare su Google per scoprire come si muove il mondo digitale del tuo settore di riferimento.

La SEO è molto più semplice di quello che puoi pensare. Servono intuito, ascolto e grande iniziativa. Vuoi restare aggiornata sulle prossime novità e ricevere ogni settimana contenuti esclusivi? Puoi iscriverti ad Atanor, la mia newsletter.

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Tagged in