Come farti trovare su Google

La SEO Umanistica ti aiuta a farti trovare su Google.

SEO significa Search Engine Optimization ed è quell’insieme di azioni che compi per ottimizzare per i motori di ricerca (in particolare per Google) il tuo sito web e i tuoi contenuti. Quello che forse non sai è che esistono due tipi di SEO: la SEO tecnica, che lavora per ottimizzare le prestazioni del tuo sito web, la sua struttura e l’albero dei contenuti; e la SEO umanistica o di contenuto, che lavora per ottimizzare i tuoi contenuti per farti trovare dalle persone su Google.

Lo scopo della SEO umanistica è quello di far trovare alle persone le migliori risposte alle loro domande.

Mettiti in ascolto

Per fare SEO hai bisogno di metterti in ascolto e al servizio delle tue potenziali clienti. Ciò che è importante, per te, è comprendere le domande che si nascondono dietro le ricerche degli utenti. Più cogli il significato profondo delle domande, più possibilità hai di offrire la risposta migliore.

Che tipo di ricerche fanno gli utenti online?

  • Intento informativo. Risponde a una domanda generica, molto distante dall’acquisto. Un esempio? “Come fare SEO?”
  • Intento commerciale. Sta cercando informazioni su un prodotto o un servizio specifico. Un esempio? “Corso SEO online”.

Nel tuo calendario editoriale prevedi entrambi questi tipi di contenuto.

Come puoi capire gli intenti di ricerca degli utenti?

  • Tramite i suggerimenti di Google Suggest.
  • Tramite le ricerche correlate che trovi a fondo pagina su Google.

Dai la risposta migliore

Quando scrivi i post per il tuo blog non ti basta essere di ispirazione, raccontare storie, emozionare: devi dare la risposta migliore possibile. Questo non significa solo offrire contenuti di qualità, ma contenuti che diano risposte esaurienti, specifiche, pertinenti alla domanda fatta.

Come puoi farti trovare su Google con la SEO umanistica?

  • Usa un titolo che contenga la tua parola chiave (quella che supporta la domanda dell’utente).
  • Sfrutta le ricerche correlate di Google e utilizzale per creare i paragrafi del tuo articolo. Ti aiutano a rispondere a più domande, a creare articoli più lunghi e più approfonditi su un particolare argomento.
  • Utilizza le parole chiave in modo naturale, sostituendole con sinonimi, plurali, variazioni grammaticali e termini correlati per area semantica.
  • Scrivi con costanza.
  • Inserisci link interni ed esterni (verso fonti autorevoli).
  • Scegli parole semplici per comunicare il tuo lavoro.
  • Rendi il testo percorribile con lo sguardo mettendo in evidenza le parole più importanti, utilizzando gli elenchi puntati, aggiungendo foto e video per dare aria al testo.

Il metodo della Piramide Rovesciata

Il modello che viene utilizzato per la scrittura online è stato ereditato dal giornalismo americano ed è quello della Piramide Rovesciata, che prevede una struttura definita del testo così suddivisa:

  • informazioni principali (attacco). L’attacco del tuo articolo deve conquistare il lettore ed è il punto iniziale del testo.
  • Informazioni importanti ma non principali (spalla). In questa fase è importante che tu non tradisca le aspettative dei tuoi lettori: dagli ciò che gli hai promesso nell’attacco. Devi essere sintetica, precisa, non ridondante ma arrivare dritta al punto. 
  • Informazioni utili ma non importanti (spalla).
  • Informazioni secondarie e dettagli (corpo centrale). È lo svolgimento del testo. In questa sezione si trovano informazioni utili che non sono rilevanti al fine del tuo obiettivo. In questa fase puoi fare considerazioni personali, fare ipotesi e offrire al lettore ulteriori spunti di riflessione.
  • Sviluppi e conseguenze delle informazioni presentate in precedenza (chiusura). È la tua call to action, l’invito all’azione – o alla riflessione – che lascerai ai tuoi lettori.

Questa struttura permette alle tue lettrici di capire immediatamente di cosa parlerà il tuo articolo ed è importante scrivere un incipit interessante che desti l’attenzione e spinga a proseguire nella lettura.

La scrittura libera ha bisogno di un’impostazione logica che renda il tuo contenuto interessante e ricco di creatività. Questo ti permette di avere controllo sugli elementi che vuoi inserire nel testo, migliora la loro disposizione al suo interno e ti aiuta a valorizzarne gli elementi, identificando con facilità le parole chiave del tuo discorso.

Le 5W

Ogni testo, per essere esaustivo, dovrebbe rispondere sempre a queste 5 domande:

  • Who? – Chi
  • What? – Cosa
  • When? – Quando
  • Where – Dove
  • Why – Perché

Ogni articolo che scrivi deve prevedere le risposte a queste domande per essere esauriente e sviscerare l’argomento di cui vuoi trattare. Vuoi dare risposte e questo è il modo migliore per farlo.

Cosa significa “coda lunga”

Hai mai sentito parlare di Strategia coda lunga? È una strategia che ti permette di creare contenuti con molte parole chiave specifiche. Questo perché chi utilizza parole chiave generiche durante le proprie ricerche è ancora distante dall’intento commerciale, mentre le parole chiave specifiche sono più vicine all’acquisto e utilizzate da meno concorrenti.

Ti faccio un esempio. Se voglio acquistare candele per la casa, la parola “candele” è generica. Potrei assottigliare la mia ricerca, chiedendo a Google “candele per la casa”  ma posso raffinare ulteriormente la mia ricerca con “candele artigianali per la casa vegetali a base di soia” (escludo così le candele fatte con cera d’api e industriali, per esempio). In quest’ultimo caso, so esattamente cosa voglio acquistare: un prodotto artigianale (scarto così Amazon) ed eco-friendly.

 

Se vuoi scoprire qualcosa di più sulla SEO umanistica e smetterla di creare contenuti belli, ricchi di ispirazione ma che non riescono a farsi trovare su Google, puoi iscriverti a InfuS(e)O, il mio percorso gratuito che ti aiuta a capire perché devi smetterla di scrivere senza un obiettivo.

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, scopri come fare nella cookie policy. Cliccando sul pulsante, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi