Cosa scrivere nella sequenza di benvenuto della tua newsletter

Il primo contatto fa la differenza.

Quando parliamo di newsletter iniziamo a fare i conti con i contenuti gratuiti e i content upgrade per dare a chi ci segue un valido motivo per iscriversi e, spesso, trascuriamo un dettaglio importantissimo: la sequenza di benvenuto, che ci permette di entrare in relazione con chi ci ha affidato il proprio indirizzo email e fargli sapere qualcosa in più su di noi.

Una sequenza di benvenuto per la tua newsletter dovrebbe essere composta da almeno 3 email, in modo da mantenere il focus su un argomento specifico all’interno di ognuna, senza divagare, perderti in voli pindarici di quando da bambina sognavi di fare quello che fai oggi ma concentrandoti sulle cose davvero importanti per chi ti legge.

Ricorda: il tempo è una risorsa preziosa.
Non sottrarlo agli altri e a te stessa.

I tassi di apertura delle mie newsletter sono in genere alti: si aggirano sul 50% sino a sfiorare anche il 90% se parliamo di contenuti gratuiti. La mia sequenza di benvenuto ha un tasso di apertura del 70%: questo significa che le persone leggono ciò che hai da raccontargli e fare gli onori di casa è segno di gratitudine e gentilezza.

 

Cosa scrivere nella sequenza di benvenuto della newsletter

Prima Email.

È un’email che deve partire subito dopo l’iscrizione alla tua newsletter, in modo che chi si è iscritto non si dimentichi di te, specie se ha già scaricato il contenuto gratuito che gli hai offerto. L’obiettivo di questa email è presentarti e dare il benvenuto alla nuova arrivata.

  • Ringrazia, fai gli onori di casa e invita la tua nuova ospite a seguirti sui tuoi canali social, a unirsi alla tua community su Facebook.
  • Racconta di te, di chi sei, di cosa fai nella vita: fallo in modo sintetico, ci sarà tempo per approfondire la conoscenza reciproca.
  • Spiegale anche come funziona la tua newsletter: la frequenza di invio, il tipo di contenuto che dovrà aspettarsi, i vantaggi di restare in tua compagnia.
  • Invitala ad aggiungere il tuo indirizzo email alla lista degli indirizzi sicuri, in modo da ridurre il rischio di finire nello spam di Gmail.
  • Ricordale che nei prossimi giorni riceverà altre sorprese (o notizie) su di te.
  • Fai una domanda diretta a chi ti legge, in modo che abbia la possibilità di risponderti. Sii davvero interessata a lei, a capire quali sono i suoi gusti, i suoi desideri, le sue necessità, i suoi sogni.
Seconda Email.

In questa email hai l’obiettivo di ispirare le tue lettrici. Racconta qualcosa di più approfondito su di te, il tuo stile di vita, i tuoi valori, la tua etica professionale. Se fai un lavoro che ha bisogno di essere spiegato in modo approfondito e semplice, fallo. Chi ti legge deve avere ben chiaro chi sei, di cosa ti occupi e quali sono i tuoi unicum.

Terza Email.

L’obiettivo di questa email è mostrare alle tue lettrici cosa sai fare. Offri risorse utili e gratuite a cui possono affidarsi, come per esempio una selezione dei tuoi blog post migliori o, se non l’hai già fatto, invitala a iscriversi al tuo gruppo Facebook. Puoi inviarle una risorsa gratuita inaspettata ed esclusiva: fai sentire le nuove iscritte importanti e speciali coccolandole un po’.

Quarta Email (opzionale).

Con questa email l’obiettivo da raggiungere è presentare un tuo servizio di fascia di prezzo bassa. Può essere un corso on demand, una consulenza da 1 ora, una selezione di capi outlet sempre attiva sul tuo shop.

Quinta Email.

Segmenta il tuo pubblico con un questionario semplice ma efficace per capire quali dei tuoi servizi o prodotti sono di maggior interesse per la nuova iscritta. In questo modo potrai inviare offerte mirate durante i lanci o eventi speciali.

 

La newsletter è uno strumento importantissimo per la tua strategia di marketing: prenditi cura di lei e mettila al primo posto tra i tuoi canali di comunicazione. Se vuoi migliorare la tua comunicazione puoi iscriverti a Riverbero, il mio corso gratuito che ti aiuta a diradare le nebbie del caos e a fare pace con il web.

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
Share
Tagged in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, scopri come fare nella cookie policy. Cliccando sul pulsante, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi