1 Maggio 2024

Prezzi e sostenibilità del tuo business freelance

Il giusto valore per il tuo lavoro.

Decidere i prezzi è uno dei passi più difficili. Quando apri la partita IVA, non ti insegnano come avere prezzi allineati al valore della tua offerta e che ti permettono di avere l’indipendenza e la soddisfazione che desideri.

Fare i prezzi “giusti” per i tuoi servizi, le consulenze o i prodotti è fondamentale sia per dare al tuo business le migliori possibilità di prosperare sia perché la strategia di pricing determina anche il posizionamento che è la percezione che le tue clienti, le competitor e il pubblico hanno del tuo brand in termini di valore.

Per trovare il punto di equilibrio devi mettere in campo la mentalità imprenditoriale con i suoi migliori alleati: la consapevolezza e i numeri.

Cosa devi sapere per fare i tuoi prezzi in modo sostenibile

Il tuo business model diventa sostenibile quando ti permette di raggiungere gli obiettivi economici senza sentirti costantemente in affanno. E quando questi obiettivi sono adeguati rispetto ai tuoi bisogni e desideri.

Parliamo della differenza tra fatturato e guadagno, che se ti stai affacciando ora al mondo della libera professione può essere un tranello. Sintetizzando:

  • Il fatturato è il volume totale dei ricavi lordi generati dalla tua attività in un certo periodo di tempo, ad esempio un anno.
  • Il guadagno netto è ciò che rimane una volta sottratti dai ricavi i costi sostenuti per lo svolgimento e la gestione della tua attività, incluse le tasse e i contributi.

Per raggiungere la stabilità economica e l’indipendenza attraverso il tuo business quindi devi sapere quanto ti costa la tua attività ogni anno e quanto devi guadagnare per mantenere lo stile di vita che desideri. Se hai un tenore di vita che richiede 15.000 € all’anno, ne fatturi 25.000 € ma tra costi vivi, tasse e contributi ne escono 12.000 €, il tuo business non è sostenibile.

Come calcolare i costi annui del tuo business freelance?

  1. Inizia considerando i costi fissi come l’affitto dell’ufficio o del tuo laboratorio, le attrezzature di produzione o tecnologiche, i costi associati alle utenze.
  2. Aggiungi i costi variabili come le spese sostenute per le materie prime, il packaging, le spedizioni, la formazione, gli onorari dei collaboratori nel tuo team, le commissioni dell’affiliate marketing.
  3. Aggiungi i costi di gestione e promozione come il budget per annunci e sponsorizzate, l’onorario del commercialista, il costo degli abbonamenti per le piattaforme e le app che usi ogni giorno, spese pubblicitarie.

Come calcolare tasse e contributi per la tua attività?

Nel nuovo regime forfetario, l’entità dei contributi da versare è determinata dal coefficiente di redditività ovvero la percentuale dei ricavi che è effettivamente soggetta a tassazione, il famoso imponibile. Sull’imponibile dovrai poi calcolare:

  • l’imposta sostitutiva, che per le nuove attività è pari al 5% mentre per le altre è del 15%.
  • I contributi previdenziali INPS, che hanno un’aliquota variabile in base al settore di attività e alla cassa previdenziale di riferimento.

Se vuoi approfondire, sul blog della mia commercialista Carlotta Cabiati puoi trovare degli esempi pratici sul calcolo delle imposte e dei contributi. Avevi mai pensato che i tuoi prezzi, per essere sostenibili, devono tenere conto di tutti questi aspetti?

Non è finita: oltre a coprire le spese legate alla tua vita, i guadagni devono anche permetterti di crescere e far crescere la tua attività.

Se tra entrate e uscite il saldo è zero, non hai risparmi per te né fondi per gli imprevisti né risorse da reinvestire nel tuo business. Un business solido ti garantisce un margine di profitto da utilizzare per generare più valore con il tuo brand. Attraverso l’innovazione, la ricerca, la formazione, l’integrazione di strumenti o strategie che riducono i costi.

Prezzi, valore e mindset

Ragionare sui numeri ti dice quanto hai bisogno di fatturare e guadagnare per poter vivere (non sopravvivere) grazie al tuo lavoro. Ti offre una base di partenza, non la risposta finale sui tuoi prezzi. Quella spetta solo a te, in base a ciò che desideri per la tua vita e il tuo business.

Ho lavorato con tante donne che, facendo l’analisi dei costi e calcolando i prezzi che avrebbero permesso di raggiungere un obiettivo sostenibile, hanno avuto un momento di crisi per qualche nodo associato al valore o al denaro.

Come dicevo prima fare i prezzi “giusti” è soprattutto una questione di mindset, si tratta di onorare il nostro talento e tutto ciò che facciamo per offrire alle clienti ideali un’esperienza trasformativa.

Ecco le trappole più comuni, le percezioni che impediscono a tante freelance di raggiungere una stabilità economica che sarebbe altrimenti già alla loro portata e che si meritano di ottenere.

  1. Le voci esterne. Ogni persona ha una sua storia con il denaro, un insieme di convinzioni ed esperienze che influenza la nostra percezione del valore e il nostro rapporto con i soldi.
    Chiedere alle amiche, alla famiglia, al compagno se i tuoi prezzi sono giusti non ti aiuterà. Ogni parere di questo tipo è influenzato dalla relazione personale che ciascuno ha con il denaro e, in ogni caso, queste persone molto probabilmente non sono le tue clienti ideali.
    I tuoi prezzi devono essere giusti per te, per la cliente del cuore e nessun altro.
  2. Il mito della relazione di aiuto. Quando si lavora in un ambito delicato come la spiritualità, la terapia o la relazione di aiuto, può essere molto difficile stabilire prezzi sostenibili.
    Da un lato c’è il forte desiderio di rendere i nostri servizi accessibili a quante più persone possibili, dall’altro la convinzione sotterranea che il sostegno e la cura non possano essere quantificati con il vile denaro.
    A meno che tu non decida di fondare una ONLUS, il tuo modello di business deve assicurarti stabilità economica e opportunità di crescita.
    Per le azioni e i progetti del cuore ci sono la beneficenza e il volontariato – attività con cui puoi donare al prossimo una parte del tempo e dell’abbondanza che derivano dall’avere un business solido.
  3. La tua storia familiare. Gli schemi di pensiero e di comportamento con cui siamo cresciute possono diventare gabbie. C’è il paradigma per cui il lavoro è sacrificio e se non ti costa fatica in modo costante non stai facendo abbastanza.
    Queste narrazioni interiori generano senso di colpa o di vergogna nei confronti del denaro guadagnato facendo un lavoro che si ama. Per trovare la tua realizzazione e sentirti davvero soddisfatta come freelance, cambia prospettiva: grazie a un lavoro che ami, puoi restituire ciò che ti è stato donato e portare una visione più brillante, in cui il lavoro non è sacrificio ma impegno con gioia.

Sogni un business sostenibile e allineato ai tuoi valori?

Puoi iniziare con Seasonal Business Plan, il workbook che ti guida alla scoperta della stagionalità del tuo business per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

E se vuoi di più possiamo lavorare insieme con De-Sider, la consulenza 1:1 in cui gettiamo le basi per un posizionamento di brand indelebile, dalla visione al business plan, per avere stabilità economica senza rinunciare ai tuoi valori.

Non sai come costruire il tuo business plan?

Ho creato per te Seasonal Business Plan, un semplice workbook che ti aiuterà nella pianificazione e ti accompagnerà per tutto l'anno. Ci trovi dentro tre ingredienti speciali: leggerezza, tempo per te stessa e la ricerca dei tuoi desideri autentici.

    Iscrivendoti ad Atanor riceverai l'accesso ad Atanor Lab, la mia membership gratuita dove ogni mese troverai nuovi contenuti ad attenderti. Leggi l'informativa completa sul trattamento dei dati personali qui. Potrai disiscriverti quando lo vorrai.

    Mi prenderò cura dei tuoi dati e non li condividerò con nessuno, e ricorda: puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento ♥

    Autore

    Alessia Savi

    Ciao, sono Alessia. Creo strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Strategie piene di ispirazione e anima, perché al centro ci sei sempre tu, con la tua energia e personalità. Nel rispetto di te. Nel mio lavoro ascolto, faccio domande, scrivo storie digitali. E non solo. Il mio mantra è #essercimeglio. Quando non mi occupo di marketing scrivo romanzi, conduco laboratori di libroterapia, mi lascio travolgere dalla bellezza in qualche museo, corro tra i prati in compagnia di Argo. Ogni storia è basata su una Verità: la nostra verità. Le parole risuonano: facci caso.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Cerca nel blog

    Qual è il tuo elisir segreto?

    Scopri i punti di forza del tuo stile di marketing, diventa riconoscibile per essere indimenticabile. Rispondi al quiz gratuito e riceverai un piano d’azione per creare con gioia e passione un business fiorente.

    Fai il quiz

    Sono Alessia, digital strategist e facilitatrice in libroterapia umanistica. Mi occupo di strategie di comunicazione e marketing sostenibili per business al femminile. Dove al centro, ci sei tu.

    © 2015-2024 Alessia Savi ▲ Alchimia della Parola, Digital Strategist a Parma e online - Strategie di Comunicazione e Web Marketing per donne freelance | P.IVA 02840860346 | Privacy Policy & Cookie Policy | Dream Team ♥ Web Design Miel Café Design | Foto Giui Russo | Brand Identity & Illustration Officine Oniriche | SEO La Scribacchina | Consulenza legale Veronica Scaletta | Testi – Me medesima
    bubblemagnifiercrossmenuchevron-down