Blogging Never Dies: il tuo blog non morirà mai

Perché aprire e avere un blog è (ancora) un’ottima idea per il tuo business.

Abbiamo la tendenza a credere che chiunque, là fuori, sia alla ricerca della velocità dei social media. Le app ci permettono di essere continuamente connessi, basta un click per ritrovarci a sbirciare nella vita degli altri, ricercare ispirazioni, creare relazioni.

I social media, però, non sostituiscono la forza di un blog. Non parlo solo della proprietà, che è tua al 100% se il tuo blog è ospitato sul tuo sito web, ma anche delle potenzialità di un luogo in cui dare respiro alle tue lettrici, offrire uno spazio lento in cui fermarsi e riflettere su ciò che hai da dire, senza interferenze e interruzioni esterne. Capita che le mie lettrici mi inviino messaggi sui social media per dirmi che stanno prendendo appunti relativi a un blog post, che stanno annotando idee oppure che stiano mettendo in pratica i consigli e gli esercizi proposti. Quando accade, sono felice, perché so di aver contribuito a migliorare un pezzettino del web e la vita del mio pubblico. So che anche che quel contenuto ha funzionato e che sono stata brava nel mettermi in ascolto di chi sta dall’altro lato del monitor, anche se non posso vederlo.

Il blog è uno dei pilastri della tua comunicazione e, per me, è il cuore pulsante di ciò che porti online. Se non sei ancora convinta, se pensi che sia una perdita di tempo, allora ecco tutte le motivazioni per cui – dal 2017 – pubblico sul mio blog ogni settimana con entusiasmo e passione.

Un po’ di dati statistici sull’impatto del blog nella strategia di marketing

Nel 2021,4,72 miliardi di persone in tutto il mondo utilizzano internet: ovvero più del 60% della popolazione mondiale. Si stima che ogni utente trascorra 6 ore e 56 minuti ogni giorno su internet. Ogni mese, il 78,6% degli utenti acquista qualcosa online (e questo è uno dei motivi per cui dovresti avere una strategia di comunicazione e web marketing) e il 77% degli utenti legge i blog per poter fare scelte di acquisto adatte alle proprie esigenze.

Se pensi che le persone stiano solo sui social media, ti sbagli: l’80% degli utenti interagiscono con i contenuti sia sui social media che con gli articoli dei blog.

I brand con blog producono in media il 67% in più di lead mensili rispetto ai brand che non hanno un blog e ottengono il 55% in più di visitatori del sito web rispetto ai brand che non ne hanno uno. Forse stai pensando che nel tuo mercato tutto sia già stato raccontato e detto, ma quanti – nella tua nicchia – sono costanti, puntuali e sempre rilevanti con i propri contenuti? Quanti raccontano le cose come le racconteresti tu? Non farti frenare dalla quantità di blog in circolazione ma sii stimolata dalla differenza che puoi fare con la tua voce.

8 motivi per cui è il momento di aprire un blog

Il content marketing si basa sulla creazione di contenuti di qualità e, così, l’inbound marketing. Per questo motivo avere un blog aiuta a rafforzare il tuo brand, consolidare la tua reputazione e fare la differenza per il tuo pubblico.

Ma perché è ancora così importante avere un blog?

  1. Il blog ti permette di mostrare ciò che sai, di come puoi servire il tuo pubblico, il tuo metodo di lavoro. Ti aiuta a portare nel mondo il tuo approccio lavorativo, la tua visione, le tue esperienze personali.
  2. Il blog è uno strumento rispettoso ed etico per fare marketing e vendere. Il motivo è che le persone ti trovano attraverso la ricerca di una risposta alle proprie domande. Non sei tu che bussi alla loro porta, ma sei tu che le stai aiutando a risolvere un problema. Le persone possono quindi sceglierti sulla base di ciò che offri loro. Il 70% delle persone ha dichiarato di voler conoscere un brand attraverso articoli di blog piuttosto che con la pubblicità.
  3. Il blog ti aiuta a vedere la tua crescita professionale. Evolvi insieme al tuo business e questo lo potrai osservare con estrema lucidità guardando come affrontavi una tematica due, tre, cinque anni fa e come la affronteresti oggi. Questo ti permette anche di creare contenuti sempre nuovi per il tuo pubblico senza annoiare mai.
  4. Il blog ti permette di essere trovata sui motori di ricerca. L’algoritmo di Google si è evoluto nel tempo e oggi i contenuti indicizzati sono quelli che rispondono in modo pertinente alle domande del pubblico. In questo modo generi una relazione di fiducia con chi ti legge, duraturo nel tempo. I blog sono stati valutati come una delle fonti più attendibili nella ricerca di informazioni online.
  5. Il tuo blog ti permette di creare una proprietà intellettuale sul tuo metodo di lavoro, sui tuoi contenuti, sul tuo approccio lavorativo.
  6. Il tuo blog di permette di fare repurposing e alleggerire la creazione di nuovi contenuti. Se parti dal blog, anche i social media saranno più semplici da gestire. Non devi infatti pensare che siano l’uno il distruttore dell’altro, ma invece che blog e social media possano convivere all’interno della tua strategia per trarre il massimo da entrambi gli strumenti.
  7. Il tuo blog ti aiuta ad avere un archivio sempre più ricco di contenuti ai quali attingere. È una risorsa inesauribile non solo in termini di contenuto, ovviamente, ma anche di informazioni sul tuo pubblico e ciò di cui ha realmente bisogno.
  8. Il blog è democratico. È uno spazio tutto tuo privo di censure dove puoi portare il tuo messaggio di cambiamento e benessere all’interno del tuo mercato e, perché no, nel mondo. Quanto è bello poter diffondere ciò in cui credi, rispettando sempre l’opinione dell’altro? Niente risentimento, condivisioni di informazioni false, amarezza, frustrazione, fare paragoni con altri professionisti (in modo più o meno velato). Lascia fuori queste emozioni: il tuo pubblico non ne ha bisogno.

5 parole chiave per un blog indimenticabile

Sono le parole che non mi tradiscono mai, quelle che per me indicano che sono sulla giusta strada quando scrivo i miei blog post, ma non solo. Sono le qualità alla base di una buona comunicazione, di una comunicazione e un marketing che sanno ispirare e non hanno bisogno di gridare per farsi sentire.

  • Generosità. Sii generosa, non risparmiarti, ascolta con estrema attenzione le necessità del tuo pubblico. Crea content upgrade e freebie che permettano alle tue lettrici di iscriversi alla tua newsletter e imparare qualcosa di esclusivo da te.
  • Rilevanza e qualità. Crea contenuti rilevanti. Se rispondi a domande precise del tuo pubblico, sarà più facile essere indimenticabile. Crea contenuti di qualità e fai la differenza.
  • Umanità. Si vive di post evergreen sul blog, dove ogni post è orientato all’obiettivo di generare autorevolezza di brand e come contenuto pillar (ovvero i contenuti pilastro) per fare repurposing sugli altri canali di comunicazione. Ma cosa accadrebbe se facessi un piccolo passo indietro e utilizzassi il tuo blog come weblog, ovvero un diario online, per raccontare chi sei, quali sono le evoluzioni della tua attività e della tua vita per fare anche personal branding? Scegli di inserire nel tuo calendario editoriale un post di questo tipo in modo sporadico, per non perdere di vista il focus della tua comunicazione e indebolire il tuo blog.
  • Affidabilità. Un blog aggiornato in modo continuativo ti rende affidabile, coerente, appassionato del tuo lavoro e della tua materia. Non solo autorevole. Fai una promessa al tuo pubblico: rispettarla, significa ispirare fiducia in chi ti legge.
  • Divertimento e passione. Se non ami scrivere sul tuo blog, puoi scegliere un format alternativo, come quelli che ho suggerito in questo post. Se però quello che non ami è la disciplina che il blog richiede, allora lascia perdere. Per scrivere sul tuo blog devi allenarti, giocare, divertirti, trasmettere la passione e l’amore per il tuo lavoro. Altrimenti, anziché avvicinare le persone, le allontanerai da te.

Se non sei disposta a essere paziente per vedere i risultati del tuo lavoro, se vuoi tutto e subito, il blog non fa per te.

Vuoi fare sul serio con il tuo blog? Puoi iscriverti ad Atlante, il mio percorso gratuito che ti aiuta a creare calendari editoriali ricchi di ispirazione.

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Tagged in