Le trappole della comunicazione

Quello di cui non parli – o parli male – online.

Per comunicare online in modo efficace devi essere intenzionale in tutto ciò che fai, capire cosa vuoi ottenere da ogni mezzo che utilizzi e a chi ti stai rivolgendo.

Questo significa esserci meglio (ho creato anche un hashtag su Instagram che puoi utilizzare anche tu: fanne buon uso), scegliere con cura gli argomenti di cui parlare, decidere cosa mostrare e cosa no della nostra vita.

Prima di pubblicare qualsiasi cosa, chiediti se sarai utile, in qualche modo, a chi ci segue. Se la risposta è sì, allora procedi. Se la risposta è no, fermati e non pubblicare nulla. Ci sono argomenti di cui non si parla mai e di cui dovremmo imparare a parlare meglio; argomenti caldi, da cui invece, a volte dovremmo prendere le distanze perché fanno male al nostro business e alla nostra comunicazione. Come riconoscerli?

Scegli gli argomenti di cui parlare

Ci sono argomenti di cui parlare e altri che dovrebbero restare lontano dal nostro business.
Quali sono? Quelli in cui puoi incappare in scivoloni, in cui potresti scontrarti con valori diametralmente opposti ai tuoi che rischiano di farti perdere le staffe e sfociare in un conflitto poco piacevole per te e per chi ti segue.

Non cadere nelle trappole dell’ego, del voler mostrare di essere migliore degli altri o di ricercare sostegno in un momento di sconforto. Se le cose con una cliente non vanno come vorresti chiama la tua migliore amica e sfogati con lei, non sui social. Quel post è dettato dall’emotività e non c’entra nulla con il confronto con gli altri, anche se alla fine ti proponi come un esempio di mindset positivo perché hai superato il conflitto con la tua cliente.

Come riconosci un post impulsivo? Mentre lo scrivi ti senti più leggera e non era pianificato. In quel momento fermati e inizia a scrivere sul tuo diario, se ne hai uno, o chiamata la tua amica del cuore. Se pensi ci sia davvero una lezione che può essere utile anche agli altri, prenditi tempo per metabolizzarla e parlane a mente lucida, quando la tempesta emotiva sarà passata. spesso ti accorgerai che no, non ne valeva la pena. Essere autentici non significa comunicare senza filtri: significa scegliere cosa condividere.

Di cosa puoi parlare? Del tuo business, della tua storia personale, di come hai superato le difficoltà o di come stai affrontando un cambiamento importante, di ciò che ti ispira, della tua motivazione, dei tuoi valori, dei tuoi punti di riferimento, delle tue clienti e della loro storia e, perché no, anche delle tue competitor quando hai stima per loro. I tuoi argomenti li definisci con un piano editoriale.

 

Decidi come parlare: il tuo tono di voce

Decidi cosa mostrare: pensa a come vuoi essere ricordata. Potresti voler essere un’ispirazione positiva, un esempio di tenacia, una che non ha peli sulla lingua, una che non ha paura di esporsi e dire sempre ciò che le passa per la testa.

Scegli come esprimerti. Potresti essere una business women dal linguaggio colorito o dalla comunicazione aggressiva; oppure delicata, dai toni sfumati e poetici; una molto tecnica o una dal linguaggio semplice e immediato. Osservati nella tua quotidianità: come parli a chi ti è accanto? Come ti esprimi con le tue clienti e con la tua migliore amica? C’è differenza oppure riesci ad avere un tono di voce molto simile con entrambe? Scegli come relazionarti con il tuo pubblico. Vuoi essere una da cui ti senti accolta o una che mantiene sempre una certa distanza con il suo pubblico?

Definisci il tuo immaginario e quello del tuo business con l’aiuto di una moodboard che guidi la tua comunicazione facendoti entrare immediatamente nel mood giusto per scrivere non appena ti metti al pc, quando si innesca un aumatico processo di reviviscenza.

Non credere a tutto ciò che vedi online

Spesso valutiamo la bontà di un professionista dal numero dei suoi follower. Quante volte ti è capitato di sentirti inadeguata davanti a una comunicazione che a te non piace eppure ha riscontri molto più positivi della tua? Molte, immagino.

I follower sono una vanity metrics e non ti dicono nulla di un business. Ti sei mai chiesta quanto fatturato portano quei follower? Quanti sono già stati convertiti in clienti e quanti, invece, non hanno mai comprato nulla? Quanti sono solo follower e quanti si sono trasformati in contatti fidelizzati grazie all’iscrizione alla newsletter? Un business che funziona si misura sul suo fatturato e sul suo margine, non sul numero di follower. Non parlo di successo perché è un concetto soggettivo, ma il fatturato è ciò che rende un business sostenibile, non un hobby.

Si fa fatica a parlare di soldi, in Italia. C’è chi crede sia sconveniente, chi lo considera un modo per vantarsi e acquisire nuovi clienti, a volte persino mentendo su questo dato. Io credo sia il modo giusto per definire un’attività sostenibile e che ti permette di avere indipendenza economica. Perché ti parlo di soldi? Perché si capisce da ciò che comunichi se il tuo business sta funzionando oppure no. Se lo sconto è la tua miglior strategia di marketing -ed è una costante -, forse c’è qualcosa che non va e non stai comunicando nel modo giusto il tuo valore.

 

La comunicazione è un fattore di coerenza e credibilità

Per comunicare nel migliore dei modi devi essere coerente e in questo ti aiuta la pianificazione, perché quando ti vorresti buttare a capofitto in un tema caldo o in uno sfogo impulsivo, ti ricorda che in quel momento dovresti parlare di altro. Il tuo calendario editoriale ti salva dall’emotività, dalla Sindrome di Calimero, dalla competizione, dall’ansia di non essere ovunque e di non fatturare abbastanza.

Avere una strategia di comunicazione ti offre coerenza tra i tuoi canali  perché è proprio con la coerenza che il tuo business acquisce credibilità e diventa forte.

 

La costruzione di un business online richiede più competenze di business e di comunicazione di quanto non servano per un business offline. Devi conoscere gli strumenti che hai a disposizione e capire quali risultati possono offrirti, a quali caratteristiche – ed esigenze – rispondono. Ti serve una strategia che ottimizza ogni aspetto della tua attività.

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIN
Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, scopri come fare nella cookie policy. Cliccando sul pulsante, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi