7 benefici della SEO

7 cose che la SEO può fare per migliorare il tuo business.

Molto spesso mi viene detto che la SEO è troppo complicata, che ci vuole troppo tempo, che non si sa esattamente come vada a finire quello che si fa. La verità è che con la SEO ti rendi utile agli altri. 

Quando pensiamo alla strategia di marketing pensiamo alle sponsorizzazioni e a una presenza continuativa sui social network. Pensiamo alla promozione diretta, quella che ci dona un riscontro immediato (like, iterazioni, messaggi in direct, vendite grazie all’ultimo post promozionale) e una community su cui poter sempre contare. Se ti dicessi che c’è un modo per disperdere meno energie, di essere libera di fare marketing senza essere connessa ben oltre l’orario di lavoro, ci crederesti?

Un vantaggio di lungo periodo

I tuoi contenuti sui social network hanno una durata brevissima: su Instagram un post dura 21 ore, su Facebook 5, su Twitter 18 minuti. Fanno eccezione Pinterest (4 mesi) e YouTube (più di 20 giorni) che si comportano come due motori di ricerca, l’uno di immagini e l’altro di video. Qual è il rapporto costi – benefici di queste attività per il tuo business?

Prova a pensare a quanto tempo ti occorre per organizzare al gestione della tua pagina Facebook o del tuo profilo Instagram con un programma come Toggl. Dopo aver tracciato queste attività prova a comprendere qual è stato il ritorno monetario del tempo che hai speso. Hai ricevuto contatti o hai chiuso nuove vendite? Sei riuscita ad ottenere nuovi iscritti alla tua newsletter? Il tuo ultimo post è stato letto? Hai raggiunto gli obiettivi che ti eri fissata per quell’azione specifica? Se la risposta è no, significa che qualcosa non va. Forse è il modo in cui stai usando i social media, forse non sono gli strumenti adatti per te, forse non stai parlando al tuo target.

Quando crei un calendario editoriale stai pensando a contenuti che sostengono la tua attività. Come freelance non puoi permetterti di perdere tempo e ogni tua azione deve avere una finalità precisa. I social sono importanti per costruire relazioni, per condividere i tuoi contenuti: ma poi gli utenti devono entrare sul tuo sito web e fare qualcosa. Il cosa, lo decidi tu.

La SEO nel lungo periodo ti offre autonomia dai social network.

Aumento del traffico al tuo sito web

Un blog è come un diamante: dura per sempre. Perché non sfruttare questa opportunità per costruire un calendario editoriale che sostenga la tua attività ben oltre le 24 ore in cui viene condiviso sui social?

La SEO è un investimento in termini di energia, ti permette di aumentare il traffico qualificato al tuo sito web grazie alla creazione di contenuti utili e legati alla tua offerta. Fare SEO significa aiutare le persone a trovarti. Come? Rispondendo alle domande dei tuoi potenziali clienti con i tuoi contenuti e la tua attività.

Se lavori in modo ecologico sulla tua comunicazione puoi migliorarne i risultati: anche prenderti cura di lei sarà più piacevole. Una comunicazione che si basa su una visione di lungo periodo ti permette di attingere in modo continuativo alla tua riserva di creatività senza lasciarti a corto di idee.

La SEO porta più traffico qualificato sul tuo sito web.

Un business sostenibile

La strategia SEO ti permette di ottimizzare la tua comunicazione e il flusso di lavoro. Creare contenuti in ottica SEO ti aiuta a non perdere di vista i tuoi obiettivi perché il tuo punto di partenza sono le parole chiave utilizzate dal pubblico per parlare di ciò di cui ti occupi tu.

In questo modo:

  • ti prendi tempo per la pianificazione. Questo fa circolare le idee per creare un calendario editoriale ricco e variegato;
  • mantieni l’attenzione sull’argomento di cui vuoi parlare e costruisci attorno a esso la tua comunicazione (anche su più canali);
  • puoi attingere alle fonti di ricerca in unico momento e utilizzare quel materiale per scrivere più articoli;
  • con un’attività SEO potrai ridurre il tempo e gli sforzi per cercare nuovi clienti: saranno loro a trovare te;
  • potrai riutilizzare i tuoi contenuti sui social per portare traffico in modo costante al tuo sito web.

La SEO ti obbliga a pianificare e a ottimizzare il tuo tempo.

Conosci i tuoi clienti + ti distingui dai tuoi competitor

Per differenziarti dai tuoi competitor puoi:

  • controllare come appari nei risultati di ricerca e migliorare le meta-description e i tag del titolo dei tuoi articoli e delle tue pagine. Se hai un sito in WordPress ti offre un grande aiuto il plugin Yoast SEO;
  • puoi pianificare i tuoi contenuti ricercando le parole chiave su un determinato argomento;
  • la SEO è uno degli strumenti più trascurati nelle strategie di comunicazione e marketing. Tu puoi farne buon uso.

Prova ad  adottare questi accorgimenti e verifica i miglioramento sul tuo account Google Analytics, il tuo alleato per migliorare contenuti e strategia. Come?

  • puoi scoprire come e perché le persone interagiscono con i tuoi contenuti;
  • puoi capire da dove provengono le persone;
  • puoi scoprire quali sono i tuoi canali social migliori e quali post del blog sono preferiti dal tuo pubblico.

La SEO ti offre un vantaggio sui competitor e di costruire un pubblico affezionato ai tuoi appuntamenti.

Inbound Marketing

Con la SEO lavori in un ottica di Inbound Marketing, dove anziché interrompere gli utenti con promozioni non richieste sviluppi un flusso informativo legato al tuo business. In questo modo lavori sulla creazione di contenuti di qualità per attrarre gli utenti sul tuo sito web. Il processo decisionale degli utenti si manifesta in questo modo:

  • Ricerca di informazioni da parte dell’utente su Google.
  • Visualizzazione dei risultati.
  • Click sul risultato più pertinente (ingresso sul tuo sito web).
  • Ispezione del contenuto sul sito e valutazione dell’offerta.
  • Conversione (sottoscrizione alla newsletter, condivisione di un post, acquisto).

La SEO aiuta il processo decisionale degli utenti e li conduce dove vuoi tu.

Troverai la tua voce

Lavorare con le parole chiave ti permette di creare contenuti di qualità e focalizzati. Con l’allenamento anche la scrittura migliora e, in poco tempo, potrai trovare il tuo modo di raccontarti.

La SEO ti rende continuativa nella pubblicazione e migliorerà il tuo rapporto con la scrittura.

La SEO è per introverse

La SEO è un ottimo strumento per le introverse, perché lascia lavorare i contenuti e la loro qualità, facendoci incontrare clienti che hanno affinità con noi e la nostra etica. Se detesti promuoverti, se vuoi uscire dal tunnel della promozione e della presenza obbligata sui social, inizia a lavorare con la SEO.

Fare SEO significa rendersi utili per il proprio pubblico, liberandoti da quel senso opprimente di venditrice ambulante che ti coglie quando pubblichi una nuova fotografia su Intagram.

La SEO lavora per te e ti aiuta a farti trovare online.

L’esperienza dei clienti inizia sul tuo sito web.

Quando ho lavorato al nuovo sito di Tulimami, Anna e io ci siamo confrontate su moltissimi aspetti del suo Tulilab virtuale. Abbiamo avuto una visione comune che ci ha guidato nel nostro lavoro insieme, perchè entrambe crediamo in un mondo fatto di gentilezza e di accoglienza. 

Prova a pensare al tuo sito web come se fosse un negozio fisico: è caotico, gli oggetti sugli scaffali sono esposti alla rinfusa oppure la vetrina ti accoglie con una decalcomania che ti strappa un sorriso sulla soglia? Potrebbe essere uno di quei negozi come Paperness, dove arrivi e ti senti subito a casa. Oppure come il mio laboratorio che profuma di qualcosa sospeso nel tempo. L’importante è che ad accogliere l’utente ci sia tu, con il tuo sorriso migliore e lo sguardo che brilla di passione.

Devi fargli sentire che si trova nel posto giusto. Devi farlo accomodare sulle parole, offrirgli un po’ di riposo, ispirazione, a volte conforto: insomma, devi riuscire a fargli sentire qualcosa. Questo lo puoi fare con le immagini, perché sono più veloci di un testo scritto, ma poi devi parlare, de-scriverti, raccontarti che è una cosa difficilissima – lo so – se non sei abituata a esporti.

Immagina che il tuo sito web sia un luogo fisico e pensa a come sarebbe: di quali colori sarebbero dipinte le pareti? E i pavimenti sarebbero in legno, in marmo o in pvc? Ci sarebbero quadri antichi o stampe moderne? I mobili sarebbero di riciclo o di design nordico? E poi pensa ai dettagli: a come la luce scivola all’interno durante le varie ore della giornata, al profumo che si respira all’orario di apertura, a cosa provi quando abbassi la saracinesca e chiudi a chiave la porta prima di tornare a casa.

Avere un sito è fondamentale per iniziare a lavorare online: ma cosa puoi fare per migliorare il tuo sito, se non disponi di un budget per affidarti a una professionista?

10 passi per migliorare il tuo sito web

Jacob Nielsen, un informatico danese, nel 1991 predisse il futuro del web design e scrisse, nel 1995, Web Usability, un volumetto in cui aveva raccolto le sue teorie sull’usabilità di un sito web in modo che gli utenti potessero navigare online con semplicità e agio.

Ecco 10 semplici regole che puoi seguire per migliorare il tuo sito web.

  • Mantieni le informazioni importanti sopra la piega (“above the fold”), ovvero: evita all’utente di cercare informazioni scrollando la pagina sia in verticale che in orizzontale. Non lo farà.
  • Crea un metodo di navigazione snello e semplice. Limitati a massimo due livelli di sottomenù. La web usability ne consiglia l’utilizzo sino a un massimo di tre. Lo sviluppo delle aree tematiche del tuo sito web deve essere piramidale, non orizzontale.
  • Abbi cura della tua home page. Hai 10 secondi per dare almeno un buon motivo agli utenti di restare tra le tue pagine. Devi dirgli chi sei con una presentazione sintetica, quali sono i vantaggi che può ottenere dai tuoi servizi e offrirgli un menù chiaro che gli permetta di navigare con facilità sul tuo sito web.
  • Fai in modo che l’utente riesca a orientarsi e capisca sempre dove si trova all’interno del tuo sito. Utilizza le “briciole di pane” (le cosiddette “breadcrumbs“) per ricordargli il percorso che ha fatto e dove si trova. Questo lo aiuterà nella navigazione e nella permanenza sul sito. Mantieni in ogni pagina un link di collegamento alla home page e il logo della tua attività.
  • Personalizza la pagina 404, in modo che dia indicazioni efficaci a chi smarrisce la via.
  • Il cambio di colore dei link serve all’utente come guida per sapere dove si trova, dov’è stato, dove andrà. I link – dopo essere stati visitati – devono cambiare colore per ricordare all’utente che ha già navigato all’interno di quel contenuto.
  • Finestre di pop up, il pulsante “indietro” della barra di navigazione del browser che non funziona, l’apertura di nuove finestre nel browser sono tutti comportamenti assimilabili dall’utente a un’invasione pubblicitaria quindi valuta con attenzione come dovrà essere strutturata la navigazione interna del tuo sito web.
  • Limita l’utilizzo di bottoni ed elementi che possano sembrare banner pubblicitari. Gli hanno sviluppato una primordiale difesa e ignorano senza problemi i banner che hai posizionato in modo strategico lungo il tuo sito, come è stato dimostrato da diversi studi.
  • Ricorda di limitare l’utilizzo dei colori. C0me per i pattern, anche un abbondante utilizzo di colori distrae l’attenzione. Focalizzati su 3 colori al massimo e, qualora ne occorrano di più, scegli sfumature del colore dominante.
  • Leggibilità dei testi. Cerca di mantenere la spaziatura del testo abbastanza ampia, in modo da non spazientire l’utente. Leggere al PC non è mai stata un’esperienza piacevole, ma possiamo cercare di renderla migliore utilizzando gli spazi bianchi della pagina e dando aria alle parole.

Sono anch’io un’introversa e proteggo la mia vita privata con le unghie e con i denti, ma la verità è che raccontare è un’opportunità che non possiamo permetterci di sprecare. Hai mai pensato che la tua storia può ispirare gli altri? Che puoi davvero fare la differenza con il tuo punto di vista, il tuo modo di esserci? Io sì, ed è per questo che ho iniziato a fare quello che faccio. 

Se non sei iscritta ad Atanor puoi farlo ora. Scarica la check list SEO che ho preparato per te: ti aiuterà a migliorare il tuo sito web e ad averla sempre a portata di mano durante la fase di ottimizzazione dei tuoi contenuti.

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Tagged in
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]